• Home
  •  > Notizie
  •  > È morto a 74 anni Claudio Riccardi, politico e dirigente

È morto a 74 anni Claudio Riccardi, politico e dirigente

Era stato consigliere regionale, assessore con Pietro Fazzi e presidente di Gesam: mercoledì il funerale a Tempagnano

lucca. Ha dedicato la vita alla politica. Presidente e amministratore delegato di Gesam spa fino a sei anni fa, Claudio Riccardi, è morto ieri mattina all’età di 74 anni. La notizia della sua scomparsa si è diffusa velocemente in città dove Riccardi, anche per via dei suoi incarichi pubblici, era molto conosciuto. La sua “carriera” politica era cominciata nella Giovane Italia e nell’Msi dove Riccardi aveva mosso i primi passi di un percorso politico che l’avrebbe portato a diventare, col partito di Alleanza Nazionale, consigliere regionale, consigliere comunale e assessore ma anche a ricoprire diversi incarichi in enti pubblici. Grande appassionato di automobilismo sportivo, dal 1970 al 1985 ottenne brillanti risultati nelle gare internazionali di rally; come pilota ha corso per le scuderie Jolly club e Lucca corse, di cui è stato anche presidente. Nel 1993, in qualità di presidente del coordinamento provinciale di Lucca, Riccardi era stato fautore del passaggio storico da Msi-Dn ad Alleanza nazionale. Due anni dopo, nel 1995, venne eletto appunto consigliere regionale e vicepresidente del gruppo consiliare. Nel 1998 entrò in consiglio comunale a Lucca con il sindaco Pietro Fazzi che ad aprile del 2001 gli diede l’assessorato all’ambiente. Fu assessore per un anno circa e nelle successive elezioni amministrative lucchesi tornò a essere un membro del consiglio sempre col partito di Alleanza Nazionale nel Fazzi-bis. «Siamo stati insieme in Comune - ricorda l’ex sindaco Pietro Fazzi - poi è entrato alla Gesam nominato da Favilla. In generale era una persona molto corretta e siamo rimasti in buoni rapporti anche dopo la fine dell’esperienza politica in Comune. Forse l’ultima volta l’ho visto un annetto fa». Riccardi, rappresentante del Comune nell’Ato Acqua dal 2003 - qualche anno dopo diventato anche vicepresidente dell’ambito territoriale - nel novembre del 2007 era stato eletto presidente di Gesam spa. Un incarico che ha ricoperto fino al 2013 quando decise di lasciare non solo la presidenza della società partecipata ma anche il Pdl, partito nel quale militava. L’anno dopo si candidò alle elezioni amministrative a Capannori con La Destra. Condoglianze alla famiglia Riccardi sono state espresse dal consigliere comunale Marco Martinelli. «Ho conosciuto Claudio - ricorda Martinelli - quando da giovanissimo entrai per la prima volta nella sede di Alleanza Nazionale in via del Moro. La sua scomparsa lascia un grande vuoto tra noi che l’abbiamo conosciuto e apprezzato come persona, come dirigente di partito e per i suoi ruoli istituzionali». Il funerale sarà celebrato mercoledì alle 14.30 nella chiesa di Tempagnano. —.

Pubblicato su Il Tirreno