• Home
  •  > Notizie
  •  > Addio Emily, sorriso e gran cuore di Batignano

Addio Emily, sorriso e gran cuore di Batignano

BATIGNANO. Emilia Peruzzi sorrideva sempre. E il suo sorriso era contagioso, era quello che scaldava il cuore di Batignano.

Nel borgo la chiamavano tutti Emily e con questo nome e con la sua immensa bontà la ricorderanno tutti.

Emily è morta giovedì sera, dopo una corsa disperata all’ospedale di Grosseto dove era stata ricoverata alle tre del mattino dopo che aveva avuto un infarto. Stava dormendo con la madre, Alda Giuggioli quando si è sentita male.

Il suo cuore si era fermato, ma una volta arrivata all’ospedale, ha ripreso a battere. A Batignano, tutti hanno sperato che Emily, che aveva appena 52 anni, ce la facesse. La sua vita era stata difficile: aveva perso il padre venticinque anni fa, era rimasta da sola con la mamma e con tutto il paese, con la gente di Batignano della quale si è sempre presa cura. «Ricordava i compleanni di tutti e a tutti faceva un regalino - racconta Stefano Vergari - Quando qualcuno tornava dall’ospedale o stava poco bene, c’era lei che andava a trovarlo e a portargli l’abbraccio di tutti noi».

Emily era la figlia del paese, oltre che dei suoi genitori. E giovedì, quando è arrivata la notizia che il suo cuore si era davvero fermato per sempre dopo che aveva ripreso a battere, in tanti hanno voluto portarle un saluto all’obitorio dell’ospedale Misericordia.

I bambini del paese sono andati a trovarla e le hanno messo una rosa tra le mani e alcuni braccialetti fatti da loro, per accompagnarla nel suo ultimo viaggio.

Oggi alle 14,30 alla chiesa di San Martino, si svolgeranno i funerali della donna.

Ci sarà tutto il paese ad accompagnarla, quello stesso paese alla quale lei aveva donato il suo grandissimo cuore che proprio giovedì mattina ha smesso di battere all’improvviso, spegnendo per sempre il suo sorriso. — Francesca Gori

Pubblicato su Il Tirreno