• Home
  •  > Notizie
  •  > È morto il dottor Guastini, ginecologo al Noa di Massa

È morto il dottor Guastini, ginecologo al Noa di Massa

Il medico è venuto a mancare all’età di 65 anni per un male incurabile. Il cordoglio dei colleghi dell’Asl.

MASSA. È venuto a mancare per un male incurabile Roberto Guastini, 65 anni, ginecologo molto conosciuto all'ospedale delle Apuane di Massa.. Ne dà notizia l’Asl Toscana Nord Ovest, «per i colleghi e per tutto il personale una grande perdita professionale e umana - scrive l’azienda sanitaria - si era rialzato, Roberto, da quella malattia che lui stesso aveva chiamato “l'intruso”, ma che aveva affrontato senza paura, vivendo la sua vita a pieno e con quel sorriso che sempre lo accompagnava».


Roberto Guastini, nonostante la terribile malattia, era infatti tornato in corsia, a dare il suo contributo ai colleghi, a sostenere le pazienti nel reparto di ginecologia ed ostetricia. A fare quello che amava, il medico. Poi le sue condizioni si sono aggravate e il dottor Roberto Guastini ha lasciato la famiglia, gli amici, le pazienti che tanto lo stimavano, i colleghi.


Il direttore facente funzione del reparto di ostetricia e ginecologia dell'ospedale delle Apuane, Roberto Marrai, si è stretto attorno ai colleghi che hanno lavorato con Roberto Guastino fino alla scorsa settimana, perché il dottore ha voluto fare il suo amato lavoro, come dicevamo, fino alla fine dei suoi giorni.


Roberto Guastini, residente a Montignoso, era molto conosciuto a Massa proprio per la sua professione all’ospedale delle Apuane. Si è specializzato in ostetricia e ginecologia nel 1986 all'Università di Parma, dopo aver esercitato alcuni anni all'azienda sanitaria de La Spezia, dal 1998 e fino a oggi ha prestato la sua attività nell'Asl apuana.


Il funerale del medico si tiene venerdì 8 novembre alle ore 14,30: il corteo funebre partirà dall'ospedale delle Apuane per raggiungere la chiesa parrocchiale di Sant'Ermete di Forte dei Marmi.


Commosso per la perdita anche Andrea Mambrini, primario di oncologia che a Roberto Guastini era legato non soltanto da stima professionale, ma anche da un rapporto personale tanto che il ginecologo aveva assistito personalmente alla nascita di suo figlio, in sala parto: «Ci siamo conosciuti a fondo, ci legava un rapporto di profonda amicizia. È un grande dolore averlo perso».


Alla famiglia le più sentite condoglianze da parte del personale e della direzione aziendale dell’Asl Toscana Nord Ovest, a cui si aggiungono quella della redazione di Massa de Il Tirreno. —

 

Pubblicato su Il Tirreno