• Home
  •  > Notizie
  •  > Addio a Brunello Pucci, artista e professore vulcanico

Addio a Brunello Pucci, artista e professore vulcanico

Un malore se l’è portato via a 69 anni: amante del mare, dinamico. Realizzò una macchina leonardesca per il marmo e aprì un contenzioso con 007

MASSA. Gravissimo lutto nel mondo della cultura, dell’arte e della politica: è infatti deceduto il professor Brunello Pucci, aveva 69 anni. Pittore, scultore, insegnante di educazione artistica, era un vero vulcano di idee, dal carattere aperto, gioviale, dinamico, con una particolare attenzione al sociale. Una figura positiva. Se l’è portato via un malore che l’ha colto in casa, pochi giorni fa: il decesso è avvenuto ieri al Noa, dove era ricoverato. Lascia due figlie, Eleonora e Caterina. I funerali si terrano lunedì alle 15,30 nella chiesa parrocchiale di Romagnano, a cura delle onoranze funebri La Piramide; per chi volesse portargli un saluto, la salma è all’obitorio del Noa. La notizia del decesso si è diffusa in fretta in città e non solo, Brunello Pucci aveva anche avuto un negozio di cornici e arte in via Alberica, ed era stato responsabile cultura per il Pd. Amante della vita all’aria aperta e del mare, per anni aveva tenuto in gestione la spiaggia di fronte alla Don Gnocchi.

Difficile ripercorrere tutte le sue iniziative, sempre messe in piedi per valorizzare la sua città e il territorio, che amava in modo profondo. Ad esempio, non si può non ricordare la macchina per tagliare il marmo, ideata da Leonardo Da Vinci ma mai realizzata dal genio del Rinascimento, e ricostruita proprio da Brunello Pucci seguendone i disegni originali, ed esposta a maggio nell'atrio del Comune apuano in concomitanza delle celebrazioni per i 500 anni dalla morte di Leonardo. Pucci aveva elaborato il progetto in base agli appunti nel Codice Atlantico. «È stato difficile - spiegava Pucci - perché Leonardo utilizzava la scrittura speculare, e non aveva trascritto le misure della macchina, né le proporzioni. Dal disegno ho ricavato le informazioni che mi servivano, riproducendo il telaio in legno e il meccanismo con cui le lame interne mobili riescono a tagliare un blocco». Aveva fatto discutere anche quando, nelle vesti di professore, aveva fatto “rapporto” a un preside perché, così aveva sostenuto, aveva disturbato la sua lezione. Una vicenda che era arrivata addirittura in tribunale e che in Appello aveva visto il successo di Pucci.

Si diceva anche della sua particolare attenzione al sociale. Da operatore balneare, si era fatto promore di una campagna per agevolare l'adozione delle carrozzine "Job" per disabili in tutte le spiagge toscane. Una proposta che aveva trovato il plauso di Elio Bernabò, grande invalido civile di guerra e presidente dell'Associazione nazionale vittime civile di guerra sezione Massa-Carrara. Ripetiamo, impossibile ripercorrere tutte le iniziative di Brunello Pucci. Ma non si può non citare di quando aprì un contenzioso con la produzione del film di 007 Quantum of Solace, girato in parte sulle cave di Carrara e ad Altagnana nell'aprile del 2008, un caso legato allo spostamento del monumento al Patriota che campeggia al centro della piazzetta, realizzato proprio da Pucci. Una cosa è certa: Brunello Pucci, con la sua carica di idee e di ottimismo, mancherà alla città. —

 

Pubblicato su Il Tirreno