• Home
  •  > Notizie
  •  > Trovato morto in un terreno sulla Panoramica: è mistero

Trovato morto in un terreno sulla Panoramica: è mistero

I carabinieri passano al setaccio la zona. Non aveva con sé i documenti Il corpo potrebbe essere di un ragazzo orbetellano che si era allontanato da casa

PORTO ERCOLE. Per tutto il pomeriggio hannobattuto palmo a palmo la zona, a caccia d’indizi dopo che il proprietario di un terreno che arriva quasi sulla Panoramica a Porto Ercole, dopo il resort il Pellicano, aveva notato il corpo di un uomo riverso per terra. Non si è nemmeno avvicinato e ha dato immediatamente l’allarme ai carabinieri della stazione di Porto Ercole che sono andati immediatamente a vedere cosa fosse successo. Il cadavere era per terra, in una strada sterrata a circa duecento metri dalla Panoramica. Aveva addosso un paio di bermuda ed era senza maglietta. Forse, prima di essere colto da un malore fulminante, se l’era tolta visto il caldo di questi giorni.


È una zona isolata, quella dove è stato scoperto il cadavere che poteva essere rimasto lì da più di un giorno. La pelle era già diventata scura, probabilmente anche per l’esposizione al sole che in quel punto picchia forte.


Una quindicina di carabinieri hanno perlustrato tutta la zona vicina al punto in cui è stato ritrovato il corpo dell’uomo, a caccia di indizi utili alla sua identificazione: non aveva addosso i documenti e i carabinieri hanno cominciato anche a incrociare i dati per tentare di capire se ci fossero denunce di scomparsa. Fino a ieri in tarda serata però, l’identità dell’uomo era ancora avvolta nel mistero più fitto. Un ragazzo di Orbetello, poco più che ventenne, si sarebbe allontanato da casa da qualche giorno e i militari stanno facendo tutti gli accertamenti necessari per capire se il corpo trovato senza vita nel terreno sia quello del giovane.


I carabinieri hanno subito avvertito il sostituto procuratore di turno, Maria Navarro, che ha disposto la rimozione della salma e la ricognizione cadaverica che potrà dire qualcosa in più sulla morte dell’uomo. Oggi, il pm potrebbe anche decidere di dare l’incarico al medico legale di effettuare l’autopsia: solo così si potrà stabilire se ad uccidere l’uomo sia stato o meno un malore. Nessuna ipotesi, al momento, sembra essere scartata.


Dalla prima analisi sul cadavere, non sarebbero emersi segni di violenza. Il corpo era già in avanzato stato di decomposizione probabilmente causato dal caldo di questi giorni, tanto che la pelle dell’uomo era già diventata scura.


Ora i militari della compagnia di Orbetello cercheranno di dare un nome a quel corpo trovato lungo la strada. Il proprietario del terreno non ha saputo fornire altre indicazioni: ha soltanto detto ai militari di aver notato quel corpo per terra.


Non c’era nessun altro lì vicino e non c’erano vicino al cadavere altri segni che potessero dire qualcosa in più su questa terribile vicenda. —



 

Pubblicato su Il Tirreno