• Home
  •  > Notizie
  •  > Restituita alla famiglia la salma della donna che si era data fuoco

Restituita alla famiglia la salma della donna che si era data fuoco

MONTELUPO. È già stata restituita alla famiglia la salma della donna di 39 anni morta nel tardo pomeriggio di ieri, all’ospedale di Pisa, dove era stata trasportata in condizioni gravissime dell’elisoccorso dopo essersi cosparsa di benzina e data fuoco lungo la pista ciclabile del Turbone, a Montelupo.

La donna, residente in un Comune dell’hinterland fiorentino, aveva raggiunto la zona con la sua auto e, dopo essere scesa, aveva compiuto il tragico gesto in una zona un po’ isolata. Alcuni passanti, però, hanno visto il suo corpo avvolto dalla fiamme chiamando i soccorsi e cercando subito di intervenire con acqua e coperte. Nonostante i tempestivi tentativi, a il veloce arrivo sul posto della Pubblica assistenza di Montelupo e dei vigili del fuoco, le sue condizioni erano subito apparse gravissime, disperate.

Hanno provato anche a Pisa, ovviamente, a salvarle la vita. Ma non c’è stato niente da fare. Nel frattempo i carabinieri hanno ricostruito in fretta la dinamica: l’ipotesi del gesto volontario ha subito preso corpo, avvalorata anche da alcuni messaggi inviati dal telefonico della donna.

Quindi il pm di turno non ha ritenuto necessario far eseguire l’autopsia e, come detto, il corpo è tornato a disposizione dei familiari. —

Pubblicato su Il Tirreno