• Home
  •  > Notizie
  •  > Ha un malore nel bar, lo trovano due ore dopo

Ha un malore nel bar, lo trovano due ore dopo

Se ne è accorto un cliente: il pensionato era accasciato nel bagno del locale. È morto poco dopo all’ospedale Cisanello

FORTE DEI MARMI. È quasi ora di pranzo quando un cliente del bar chiede di usare il bagno. La porta però non si apre, sbatte contro un corpo: c’è un uomo, lì dietro, accasciato su stesso. «Sembra che stia dormendo», dirà poi lui alla titolare. Il corpo è quello di Franco Pardini, 72 anni, originario di Montignoso, ma domiciliato a Forte dei Marmi, un habitué del locale. È lì dentro da due ore, ma nessuno se ne è accorto. Ha avuto un malore e ora è troppo tardi. Morirà al pronto soccorso dell’ospedale Cisanello di Pisa.


«Gli ho servito la colazione alle 10.30, poi è andato in bagno e non l’ho più visto, ma credevo fosse andato via», spiega a Il Tirreno Margherita Bacci, titolare dello storico locale in via dell’Acqua, a Forte dei Marmi: La Gazzella, bar, tabacchi ed edicola, punto di riferimento del quartiere da oltre quarant’anni.


Anche Franco Pardini lo frequentava spesso, da quando era in pensione. «Era uno dei miei clienti storici, la sua casa è giusto qui dietro». Ieri ha fatto colazione, come sempre. Alle 10.30. Poi è andato in bagno ed è sparito. Lo ha trovato un altro cliente alle 12.30, due ore piene dopo. «Mi ha chiesto di usare il bagno, poi poco dopo è tornato dicendomi che era occupato – ricostruisce la titolare –. E io gli ho detto “ma come è occupato? ”. Lui mi ha detto che c’era un signore che stava dormendo e allora siamo andati a vedere: lo abbiamo trovato lì accasciato. Abbiamo chiamato subito i soccorsi e anche i carabinieri. Non sapevamo cosa fosse successo. Io, effettivamente, dopo la colazione non lo avevo più visto, ma poteva essersene andato via. Non potevo certo immaginare che si fosse sentito male».


Sul posto è intervenuta l’ambulanza della Croce Bianca di Querceta insieme all’automedica nord.


I soccorritori hanno provato a rianimarlo, ma hanno capito subito che le condizioni del pensionato erano gravi. Lo hanno quindi portato a sirene spiegate all’aeroporto del Cinquale e da lì è stato trasportato in codice rosso all’ospedale Cisanello di Pisa con il Pegaso. Morirà poche ore dopo.


Le onoranze funebri Paladini stamani andranno all’obitorio di Pisa per recuperare la salma. Pardini verrà poi seppellito nel cimitero di Montignoso. Lascia due figli e la moglie. —



 

Pubblicato su Il Tirreno