• Home
  •  > Notizie
  •  > Quel genio di Leonardo spiegato da Baldinotti agli studenti della media

Quel genio di Leonardo spiegato da Baldinotti agli studenti della media

san miniato. Il genio universale tra storia e mito. Il Dramma Popolare lo racconta ai ragazzi della scuole in una tappa del viaggio del Teatro del Cielo guidato da Marzio Gabbanini dentro le celebrazioni per i 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci. L’appuntamento con gli studenti è per domani alle 9.45 nell’aula magna della scuola media a San Miniato Basso. Chi era Leonardo da Vinci lo racconterà lo storico Andrea Baldinotti ai giovani, spiegando che quello scienziato geniale e avveduto è dietro molte conquiste dell’epoca moderna: dal volo all’astronomia alle scienze naturali.

«Genio per eccellenza, simbolo stesso del Rinascimento, Leonardo occupa la sfera del nostro immaginario con la forza di un mito che non conosce cadute – dice Baldinotti –. Di Leonardo sappiamo moltissimo e insieme molto poco. Nessun altro artista ci ha lasciato una tale quantità di scritti di sua mano: migliaia di fogli coperti d’annotazioni e disegni dove la sua mente si misura, ambiziosamente, in ogni ramo del sapere scientifico e artistico: anatomia, ottica, aerodinamica, idraulica, ingegneria, meccanica; e ovviamente architettura, pittura, scultura. Ogni volta spingendosi oltre il proprio tempo».

Eppure Leonardo parla sempre molto poco di sé. È difficile sorprendere l’intimità dei suoi pensieri. Leonardo vuole conoscere il perché di tutto, ma è attentissimo a far sì che gli altri non conoscano lui. Ma di cosa è fatta la solitudine di quest’uomo? Che cosa lo spinge a celare, se non addirittura a cancellare il frutto delle proprie intuizioni? E soprattutto: esiste un confine fra l’uomo di scienza e l’artista? Baldinotti cercherà, insieme ai ragazzi, di scoprire questi segreti svelando loro la grandezza del genio. —



Pubblicato su Il Tirreno