• Home
  •  > Notizie
  •  > Addio a Giancarlo Poli, il pittore delle ville di Forte dei Marmi

Addio a Giancarlo Poli, il pittore delle ville di Forte dei Marmi

Disegnò le case di Roma Imperiale sulle sue tele e fu anche uno dei fondatori della Ciclistica versiliese

FORTE DEI MARMI. Quest’inverno sta mietendo, purtroppo, tanti personaggi cari ai fortemarmini: è il caso di Giancarlo Poli scomparso ieri all’età di 82 anni. Giancarlo era il “pittore delle case” dei fortemarmini, e delle ville di Roma Imperiale che per tanti anni erano stati la tela della sua attività artigianale. . «Era una di quelle persone che sono amici di tutti – ricordi l’amico Vasco Franceschi – e non solo per la sua affabilità e sensibilità, ma anche per il profondo legame che provava per la comunità fortemarmina. Il primo a salutarti quando ti incrociava per la strada, sempre disponibile a tenderti una mano tutte le volte che ti rivolgevi a lui per un tuo problema».


Poli era anche una persona molto attenta alle problematiche del paese e pur non avendo mai rivestito ruoli istituzionali, era stato presente e partecipe di un impegno e di un percorso politico che ha visto molti giovani impegnati nel portare avanti i valori della solidarietà e dei meno abbienti avendo come riferimento l’ex-Presidente Sandro Pertini. Era anche molto attento alla politica urbanistica cittadina che riteneva cardine di questo paese ed in particolare si era adoperato, anche per un paese vip come il Forte, per una corretta politica edilizia popolare ed era un convinto sostenitore dei Piani Peep (Piani edilizia pubblica e popolare).


Giancarlo Poli era stato negli anni Settanta fra i fondatori con Sergio Marsili e pochi altri della Ciclistica Forte dei Marmi, di cui per tanti anni vestì la maglia verderossa da amatore, e da vero sportivo oltre che tifoso dell’Inter, era da sempre anche un instancabile sostenitore della locale squadra di calcio e dell’hockey.


«Giancarlo – ricorda ancora l’amico Franceschi – gironzolando per il paese, ci mancherà quel viso sorridente che profumava di fortemarminità».


Le esequie si terranno questo pomeriggio alle 15 nella chiesa parrocchiale di Sant’Ermete, a Forte dei Marmi. —


 

Pubblicato su Il Tirreno