• Home
  •  > Notizie
  •  > Muore 67enne investita da un'auto a pochi metri da casa

Muore 67enne investita da un'auto a pochi metri da casa

Sul posto l'automedica e un'ambulanza della Misericordia di Castelfiorentino e la polizia municipale dell'Unione per i rilievi. Ma i tentativi di rianimarla sono stati inutili. Il conducente: "Ho sentito la botta e l'ho vista volare"

CASTELFIORENTINO. Ha salutato un’amica ed ha attraversato la strada. Ma è sopraggiunta un’auto che l’ha investita e uccisa. L’ennesima tragedia sulla strada regionale 429 si è consumata venerdì 12 dicembre, poco dopo le 17 a Cambiano, nel comune di Castelfiorentino, all’altezza della pellicceria Loen e a poche decine di metri dalla casa del popolo e dall’abitazione della vittima, Riva Veneri, di 67 anni.

Sul posto sono intervenute la Misericordia di Castelfiorentino, un'ambulanza della Croce Rossa di Certaldo, l'automedica e gli agenti del comando territoriale castellano della polizia municipale dell'Unione dei Comuni dell’Empolese Valdelsa per effettuare i rilievi e chiarire la dinamica.

Le operazioni di soccorso si sono svolte sotto gli occhi di decine di passanti e residenti, che hanno sperato a lungo nel miracolo. Tra i primi ad arrivare anche il marito e il figlio della donna, ma purtroppo nonostante il massaggio cardiaco, Riva, che era molto conosciuta in zona, non si è più ripresa e dopo alcune decine di minuti al medico non è rimasto altro che constatare il decesso, causato dalle lesioni riportate nell’impatto.

Secondo una prima ricostruzione la Fiat Panda, proveniva da Castelfiorentino e viaggiava in direzione di Empoli, dove vive il conducente 79enne. L’impatto è avvenuto all’altezza del civico 187, in prossimità delle strisce pedonali. La pensionata ha sbattuto nella parte anteriore sinistra dell’auto, quindi sul parabrezza ed è stata poi sbalzata di alcuni metri, fino a ricadere rovinosamente sull’asfalto.

L’automobilista si è fermato a prestare soccorso, mentre alcuni passanti hanno chiesto aiuto alla sala operativa del 118 di Empoli, con le condizioni della pensionata che sono apparse subito disperate: «Non me ne sono accorto che stava attraversando, ho sentito solo la botta e poi l’ho vista volare» ha ripetuto più volte il conducente sotto choc agli agenti della polizia municipale.

L’uomo è ora indagato per omicidio colposo e la sua auto è stata sequestrata, mentre la salma è stata trasportata all’istituto di medicina legale a Firenze a disposizione del magistrato.

Secondo alcune testimonianze – compresa quella dell’amica che aveva appena salutato Riva – la donna si stava recando da un’amica sarta, per poi tornare a casa, dove c’erano ad attenderla il marito e il figlio. Che invece hanno ricevuto la notizia del tragico incidente e si sono precipitati sul posto.

La sr 429 è rimasta chiusa al traffico un paio d’ore per permettere i soccorsi e poi i rilievi da parte degli agenti che ora dovranno ricostruire la dinamica anche sulla base delle testimonianze raccolte sul luogo dell’ennesimo tragico incidente sulla “strada maledetta”, dove la scia di sangue sembra non avere fine.

Pubblicato su Il Tirreno