• Home
  •  > Notizie
  •  > «Caro amico, dalle gare alle battaglie ti ho avuto sempre al mio fianco»

«Caro amico, dalle gare alle battaglie ti ho avuto sempre al mio fianco»

IL CORDOGLIOscarlinoLa morte di Furio Benelli – amministratore, sindacalista, operaio del porto di Scarlino e maestro di judo fondatore della palestra Nippon Bu-Do di Gavorrano – ha segnato molto la...

IL CORDOGLIO

scarlino

La morte di Furio Benelli – amministratore, sindacalista, operaio del porto di Scarlino e maestro di judo fondatore della palestra Nippon Bu-Do di Gavorrano – ha segnato molto la comunità di Gavorrano e di Scarlino e in molti ieri hanno voluto ricordarlo con messaggi e fotografie. Benelli è morto martedì a 55 anni per una malattia che non gli ha lasciato scampo.

Il sindaco di Scarlino Marcello Stella ha voluto ricordare l’amico con il quale ha combattuto le più recenti battaglie: «Ero legato a Furio da una consolidata amicizia – racconta – per noi scompare una persona dai valori sani, sia nello sport che nella politica che nel sociale. Furio ha visto nascere il porto di Scarlino e per me è stato un onore partecipare con lui alla vertenza dei licenziamenti: è stato sempre in prima linea. È pensando a questi momenti che voglio ricordarlo sia come amico che come esempio di serietà».

Dopo aver passato la sera alla camera mortuaria di Grosseto il sindaco Andrea Biondi ha scritto una lunga lettera per ricordare l’amico scomparso: «Ieri non ho perso solo un caro amico, ho perso un fratello maggiore – scrive – Ho iniziato a praticare judo a 8 anni, e Furio era il mio maestro, e lo è stato sempre, fino ad oggi che ne ho 41 di anni. Insieme abbiamo rifondato la Nippon Bu-Do Gavorrano, della quale Furio era la vera anima, insieme abbiamo vissuto la mia stagione agonistica come judoka: lui era sempre al mio fianco. Per me – continua Biondi – rappresenta un forte dolore commentare tale scomparsa, alla quale purtroppo le persone più vicine a Furio erano preparate. È un dramma che attraversa da ieri i nostri cuori». Biondi per la giornata di oggi ha indetto il lutto cittadino invitando i commercianti di Bagno di Gavorrano ad abbassare le saracinesche per i funerali che si terranno questa mattina alle 9. 30 nella chiesa di San Giuseppe Lavoratore. I messaggi di cordoglio sono arrivati anche da Sinistra Italiana: «Vogliamo rammentare il suo impegno nella vita sociale e nello sport a Gavorrano – dice Si – qui, come maestro di judo, ha insegnato questa pratica sportiva ad intere generazioni di bambini e ragazzi riuscendo a raggiungere con i suoi allievi traguardi importanti. Quella di Furio è una grande perdita per la famiglia, per gli amici e per la comunità sportiva gavorranese alla quale ha dedicato per anni impegno e profonda passione». –

G. S.

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI

Pubblicato su Il Tirreno