• Home
  •  > Notizie
  •  > Amiata in lutto: è morto Giovanni Barbagli

Amiata in lutto: è morto Giovanni Barbagli

Ex consigliere comunale e regionale, già presidente dell'Ars, aveva 79 anni

CINIGIANO. Lutto a Cinigiano. È morto Giovanni Barbagli, ex candidato sindaco, già capogruppo di maggioranza nella consiliatura del 2014-2019, in precedenza consigliere regionale di Rifondazione comunista, politico e personaggio di spicco, conosciutissimo in Amiata e in tutta la Toscana, è stato anche un dirigente dell’Asl. Aveva 79 anni.

A dare la notizia è stato ieri, 21 gennaio, Francesco Casini, sindaco di Bagno a Ripoli, dove Barbagli da tempo viveva.

“Purtroppo – scrive sulla sua pagina Facebook – abbiamo appreso poco fa della scomparsa di Giovanni Barbagli, da sempre una figura di riferimento per il nostro territorio, prima come amministratore e più recentemente come presidente della Croce d’oro di Ponte a Ema”. “Per tutta la vita, il suo cammino è stato contrassegnato dall’impegno civile e politico – ricorda Casini -.

Sindacalista e segretario del Prc dell’Antella, nel 1999 viene eletto in Consiglio comunale a Bagno a Ripoli, diventandone vicepresidente”. Tra le file di Rifondazione Comunista, nel 2000 venne eletto in consiglio regionale, prendendo parte anche ai lavori della Commissione Sanità e della Commissione lavoro. Ha ricoperto anche la carica di presidente dell’Agenzia Regionale di Sanità della Toscana e negli ultimi anni aveva guidato la Croce d’oro.

A Cinigiano è stato capogruppo di A/gente comune nella passata consiliatura. Si è sempre battuto contro gli impianti geotermici a media entalpia e a favore della fusione dei piccoli comuni.

Pubblicato su Il Tirreno