• Home
  •  > Notizie
  •  > Viareggio in lutto: è morto Biancini, imprenditore capace e scopritore di talenti

Viareggio in lutto: è morto Biancini, imprenditore capace e scopritore di talenti

Deceduto all’ospedale Versilia dove era ricoverato da 20 giorni dopo una brutta caduta in casa. Lunedì 6 dicembre alle 15,30 avrà luogo il funerale

VIAREGGIO. Lutto in città per la scomparsa di Gianfranco Biancini. Biancini, 86 anni, è deceduto all’ospedale Versilia dove era ricoverato da 20 giorni dopo una brutta caduta in casa. Che aveva richiesto un intervento chirurgico dopo l’arrivo in ospedale. A ricordarlo è il figlio Francesco, vicepresidente della Protezione civile viareggina.

«Aveva avuto un incidente domestico in cui si era fratturato il femore – dice il figlio – non si era ripreso, essere finito in ospedale lo ha buttato giù. Mio padre è sempre stato una persona che era in movimento continuo: questa situazione l’ha portato a non farcela». Biancini è stato titolare di una azienda di tessuti di abbigliamento che andava per la maggiore. Era amico di Massimo Rebecchi, della famiglia Fiacchini ed altri titolari di negozi di abbigliamento a Viareggio.

È stato per 40 anni presidente storico della società National di calcio giovanile, oggi scomparsa, da cui sono usciti giocatori arrivati al calcio anche professionistico come Masiello, Musacci, Mannini, Donati, Guidi, i fratelli Rubinacci, Marinai. Si è avvicinato al calcio seguendo dall’età di 8 anni il figlio Francesco che ha iniziato a giocare nel National, poi è diventato dirigente e presidente ed è ricordato da tanti per gli anni d’oro di questa società. La salma stamani e nelle sale del commiato della Misericordia al cimitero in via Maroncelli, dove oggi alle 15,30 avrà luogo il funerale. Biancini lascia il figlio Francesco e la moglie Giuseppina. 

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicato su Il Tirreno