• Home
  •  > Notizie
  •  > Ucciso a caccia, esame sui cinghiali Sopralluogo dei Ris

Ucciso a caccia, esame sui cinghiali Sopralluogo dei Ris

Cinigiano. Sopralluogo nel primo pomeriggio di ieri dei carabinieri dei Ris di Roma sul luogo della cacciata che il 23 novembre è costata la vita a Marco Tommasi, l’operatore finanziario grossetano di 61 anni che aveva partecipato alla battuta nella zona di Cinigiano.

Ricevuto l’incarico per la perizia balistica dal pm Salvatore Ferraro, il luogotenente Vincenzo De Falco e il maresciallo Giovanni Benedetti hanno compiuto una ricognizione dei luoghi. A loro spetta il compito di fare accertamenti sulle armi (i 25 fucili dei partecipanti alla battuta) e le munizioni sequestrate, nonché di ricostruire la balistica di quanto avvenuto quel giorno. Hanno preso tempo fino al primo febbraio per consegnare le loro conclusioni. Questi accertamenti saranno poi messi a confronto con gli esiti della perizia autoptica eseguita all’inizio della settimana dalla dottoressa Valentina Bugelli: dal corpo di Tommasi sono stati recuperati numerosi frammenti metallici della misura di pochi millimetri, il foro di entrata è stato individuato dietro all’orecchio sinistro, quello di uscita nella parte destra della nuca. Le posizioni dei partecipanti alla battuta, almeno quelli più vicini (questo il criterio di individuazione dei sette indagati), daranno ulteriori indicazioni.

Inoltre, la Procura ha dato un ulteriore incarico: quello dell’autopsia sulle quattro carcasse dei cinghiali abbattuti quel giorno. Se ne occuperà il dottor Rosario Fico, referente per la medicina forense veterinaria dell’Istituto zooprofilattico sperimentale di viale Europa. Per martedì prossimo è fissato l’inizio delle operazioni, alle quali se vorranno potranno partecipare anche gli esperti nominati dalle parti per seguire i lavori e fornire il proprio contributo.

Anche questo tipo di accertamenti è destinato a completare il quadro delle conoscenze finalizzato alla ricostruzione dell’episodio e all’attribuzione di eventuali responsabilità.

P.S.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicato su Il Tirreno