• Home
  •  > Notizie
  •  > Addio ad Alberto Andreazzoli, colonna della Uil

Addio ad Alberto Andreazzoli, colonna della Uil

Fratello dell’allenatore Aurelio, ha difeso i lavoratori della Dalmine e poi i pensionati. Aveva 81 anni. Oggi i funerali

maSSA. La Uil perde una delle sue colonne: se n’è andato, ad 81 anni, Alberto Andreazzoli, sindacalista alla Dalmine prima, attivo poi nel dar voce ai pensionati. Conosciutissimo in città, era fratello dell’allenatore dell’Empoli Aurelio Andreazzoli. Uomo deciso nel condurre la sue battaglie sindacali, ma dolcissimo, era ricoverato da un mese all’ospedale delle Apuane dove si è spento giovedì: «Una vera colonna portante del nostro sindacato – ricorda il segretario provinciale della Uil Franco Borghini – un uomo che è stato di esempio per diverse generazioni di sindacalisti che si sono formati sotto la sua ala protettrice. Ex dipendente della Dalmine, è sempre stato attivo all’interno della Uil provinciale e regionale, a difesa dei diritti dei lavoratori e per il bene del territorio, vicino ai cittadini e alle loro necessità. Quando è andato in pensione, poi, è stato segretario della Uil pensionati territoriale per poi arrivare a guidare la Uilp Toscana, fino a poco tempo fa. Perdiamo un grande uomo, un sindacalista valido e appassionato, una persona dolce e disponibile a cui tutti erano affezionati».

La Uil area nord Toscana si stringe al dolore della famiglia, di parenti e amici per la perdita di Alberto: «Per il suo funerale – ricordano gli amici sindacalisti – ha voluto fare ancora un gesto di generosità chiedendo di non portare fiori ma se possibile di fare donazioni all’associazione Ail che combatte le leucemie».

Anche la segretaria regionale della Uil, Annalisa Nocentini, dedica un pensiero ad Alberto con un messaggio affidato anche a Facebook: «La Uil tutta perde un compagno leale di tante battaglie. Alberto Andreazzoli ha rappresentato per tanti di noi un esempio di come si fa il sindacato in mezzo ai cittadini e ai lavoratori. Ha speso una vita intera a fianco delle lavoratrici e dei lavoratori, prima, e delle pensionate e dei pensionati, dopo. È stato un compagno forte, schietto, concreto. Ci mancherà».

Condoglianze alla famiglia anche dall’Empoli, squadra che allena il fratello Aurelio: «Il presidente Fabrizio Corsi, i dirigenti, l’allenatore, la squadra e lo staff dell’Empoli Football Club – si legge sul canale ufficiale Facebook della squadra – si stringono attorno al tecnico azzurro Aurelio Andreazzoli in questo momento di grande dolore per la scomparsa del fratello Alberto. A Mister Andreazzoli, ai suoi familiari e a tutti i suoi cari vanno le più sentite condoglianze da parte della società e di tutto il popolo azzurro».

I funerali si svolgono oggi alle 15 alla chiesa della Madonna del Pianto di Castagnola di Sopra.

Pubblicato su Il Tirreno