• Home
  •  > Notizie
  •  > All’addio a Gianna Gambaccini anche l’omaggio della città

All’addio a Gianna Gambaccini anche l’omaggio della città

Pisa, il feretro dopo i funerali farà una sosta in piazza XX Settembre. La direttrice della Sds: «Dovevamo vederci domani mattina in Comune...»

PISA. Anche nella giornata di ieri, tanti pisani, dai semplici cittadini ai rappresentanti delle istituzioni, hanno voluto rendere omaggio alla salma dell’assessora comunale Gianna Gambaccini, 49 anni, stroncata da un malore improvviso nella sua abitazione nella notte tra giovedì e venerdì. La camera ardente è allestita presso la Pubblica Assistenza di Pisa, in via Bargagna, e sarà aperta anche nella giornata di oggi e domani mattina. Mentre domani pomeriggio, lunedì 25 ottobre, alle 14.30, nella chiesa della Sacra Famiglia, a Pisanova, si svolgeranno i funerali. E dopo il funerale, al passaggio del feretro da Palazzo Gambacorti, è previsto un momento di saluto pubblico da parte del Sindaco e dei colleghi dell’assessore. Consiglieri comunali e cittadinanza sono invitati in piazza XX Settembre a partire dalle 15.30.

Tanti i messaggi di cordoglio continuati ad arrivare per ricordare le grandi qualità umane e professionali.

Commossa Sabina Ghilli, direttrice alla Società della Salute Zona Pisana, di cui Gambaccini era presidente. «Noi ci aspettavamo di vederla tornare, lo aveva promesso. La notizia della sua scomparsa così improvvisa - afferma Ghilli - è stata per tutti noi uno choc. Abbiamo lavorato insieme in questi anni nella massima lealtà e collaborazione. Mi rimane molto difficile esprimere pubblicamente i miei sentimenti. Dico solo che lunedì mattina (domani, ndc) avremmo dovuto vederci in presenza, in Comune a Pisa, e purtroppo non sarà così».

Piange la sua scomparsa anche l’associazione degli Amici di Pisa con la sua presidente, Maria Luisa Ceccarelli Lemut. «L'assessore Gambaccini - afferma Ceccarelli Lemut - pur colpita da una grave malattia, non ha tralasciato il lavoro affidatole verso i più poveri e i più deboli del territorio. La sua prematura scomparsa a soli 49 anni, peraltro in modo improvviso, ci ha colpito profondamente. Gambaccini lascia sicuramento un grande insegnamento su come la politica del sociale debba essere vicina ai bisogni e alle necessità dei meno fortunati».

Un ricordo commosso anche da parte della Fondazione Stella Maris. «In questo momento di dolore - afferma il presidente della Stella Maris, Giuliano Maffei - mi piace pensare che la dottoressa Gianna Gambaccini sia “rinata al cielo” perché solo questa visione rende merito ad una brava persona che con passione e competenza ha messo a disposizione di tutti noi il suo saper fare e, soprattutto, il suo cuore per il miglioramento del bene comune. Grazie Gianna, da lassù continui a seguirci con l’affetto di sempre, noi la ricorderemo con la preghiera».

E dell’associazione Sguardo di Vicinato Onlus di Pisa. «La prematura scomparsa dell'assessore Gianna Gambaccini – afferma la presidente Alessandra Orlanza -, una donna forte, sensibile, seria, disponibile e dal cuore grande, ci lascia profondamente sconvolti. È stata la pandemia a far nascere tra noi un forte legame di collaborazione e stima. Le nostre più sentite condoglianze giungano al marito Biagio Solito ed alla sua adorata figlia Camilla; il suo sorriso rimarrà per noi un dolce ricordo che porteremo sempre nel cuore. Pisa ha perso una persona speciale».

Parole di stima e apprezzamento sono state espresse anche da Susanna Giovannini, una ex infermiera dell’ospedale Lotti di Pontedera, da poco in pensione. «Abbiamo perso una professionista appassionata, briosa, gioiosa - scrive Giovannini - che dava una immagine di solarità in un ambiente dove il sole filtra ben poco. Ho collaborato con lei per lavori in temi comuni e tra i suoi mille impegni ha sempre trovato il modo di partecipare. E tutti noi ci siamo stretti intorno a lei in modo virtuale per aiutarla a combattere la sua battaglia. Cara Gianna sei stata grande».

E ancora, la Pubblica Assistenza del Litorale Pisano. «Questo non vuol essere una espressione formale e di circostanza – afferma il presidente della Palp Aldo Vittorio Cavalli - ma un sentito cordoglio per la scomparsa di una donna che ha saputo dialogare in termini nuovi, per esempio con la nostra associazione, ovvero partecipando attivamente alla formulazione di progetti ed iniziative, quali più nota il servizio infermieristico estivo svolto ormai da anni sul Litorale Pisano dalla Palp. Parlandone da volontario devo sottolineare come la dottoressa Gambaccini si approcciava con atteggiamento ricco di sensibilità e con la volontà di risolvere problemi reali ed importanti per la comunità. In conclusione devo senza esitazione riconoscere che alla Palp, come credo al mondo del volontariato, mancherà un punto di riferimento».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Pubblicato su Il Tirreno