• Home
  •  > Notizie
  •  > Addio a Barsotti, titolare del Buonamico

Addio a Barsotti, titolare del Buonamico

Il ristoratore è morto all’età di 71 anni. Insieme alla famiglia aveva gestito per decenni anche il Pino sul tetto

viareggio. La città piange uno dei suoi ristoratori più conosciuti: è morto all’età di 71 anni Massimo Barsotti, titolare del “Buonamico” in via Sant’Andrea. Barsotti era stato colpito da un grave malore alcuni mesi fa e il suo fisico ha ceduto.

Una vita da assoluto protagonista, quella di Barsotti in questo settore. Il suo nome, anzi il suo cognome, è stato per anni legato a quello del “Pino sul tetto”, nella pineta di Ponente.

La sua famiglia, infatti, ha gestito lo storico locale fin dal secondo dopoguerra, quando Alvieri Barsotti, sottufficiale di Marina e partigiano, decide di rilevare il luogo dove aveva lavorato come barista e che per un periodo era stato anche sequestrato dalla divisione Buffalo.

Nel giro di qualche anno il Pino sul tetto diventa punto centrale della vita sociale viareggina. E anche di quella sportiva, grazie alla pista di pattinaggio attigua, che vede cimentarsi i grandi nomi dell’hockey su pista, ai quali si aggiungono anche Massimo e il fratello Augusto.

All’inizio degli anni Sessanta un’importante ristrutturazione porta a realizzare pizzeria e ristorante. Ormai il nome del Pino sul tetto è una garanzia, ma Massimo non è tipo da stare fermo e cerca nuove sfide.

Agli albori del nuovo millennio, nel 2002, la sua attenzione si sposta sul Buonamico, una trattoria dalla storia gloriosa e da un presente (all’epoca) rappresentato dalla saracinesca chiusa.

È una sfida, appunto. Quella di riportare un locale che aveva visto grandi nomi tra i suoi ospiti (a cominciare dalla famiglia Agnelli: è citato anche da Susanna in “Vestivamo alla marinara”) ai fasti che gli competono e che gli avevano valso anche una stella Michelin.

Anche questa è una scommessa vinta e nel giro di pochi anni. Quelli che servono a Barsotti, alla moglie Lena e al figlio Leonardo, per far rientrare il Buonamico fra le tappe imprescindibili per ogni gourmet appassionato di cucina di mare.

Sfide, dicevamo. Come quella di aprire un Buonamico anche a Marbella, in Andalusia.

O quella, data 2019, l’ultimo anno prima dello scoppio della pandemia, di recuperare il Pino sul tetto, il locale dal quale era partito tutto e che dal 2017 ha chiuso i battenti.

Massimo aveva rilevato le quote dal fratello Augusto con l’intenzione di investire capitali e conoscenze sul ristorante in pineta: un proposito rimasto, purtroppo, senza lieto fine.

Oltre al figlio Leonardo, Barsotti lascia la figlia Rebecca, sposata con Axel Pani, nipote della grande Mina: non a caso Alma, figlia di Rebecca, nipote di Massimo e bisnipote della cantante è nata tre anni fa al Versilia.

L’ultimo saluto a Barsotti verrà svolto in forma riservata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicato su Il Tirreno