• Home
  •  > Notizie
  •  > Morto a 21 anni: i sogni, gli amori e le speranze di Devinson

Morto a 21 anni: i sogni, gli amori e le speranze di Devinson

Non sarà fatta l’autopsia sul corpo del giovane deceduto sul colpo dove esser finito contro un cipresso tra Lazzeretto e Cerreto Guidi

EMPOLI. Devinson Bregu sarà sepolto in Albania. Questa la decisione della famiglia, che ieri, dopo il via libera della medicina legale, ha deciso per il trasferimento della salma del giovane nel paese di origine.

Il 21enne, nato a Vasto (in provincia di Chieti) e residente a Empoli, ha perso la vita nella notte tra savabto e domenica, scontrandosi contro un cipresso a Cerreto Guidi, in via Piave, vicino allo stabilimento della ex Enny, ora Balenciaga. Tante sono state le dimostrazioni di affetto e di cordoglio verso il giovane e la famiglia colpita dal lutto improvviso: la squadra di calcio in cui aveva militato quando era un ragazzino, il Ponte a Elsa, ha voluto ricordare Devinson su Facebook con una foto del piccolo calciatore che militava nella compagine biancorossa e con un messaggio rivolto proprio alla famiglia: “Lo ricordiamo un bambino sempre educato e gentile con tutti, facciamo le condoglianze a tutta la sua famiglia, un bacione a suo fratello Louis, anche lui atleta della nostra associazione sportiva.Un abbraccio forte da parte di tutta l’Unione sportiva Ponte a Elsa”.

L’incidente in cui il ragazzo ha perso la vita sul colpo, è avvenuto nella notte tra sabato e domenica, dopo le tre.

L’auto, una Smart di colore bianco, è finita contro un cipresso, per poi terminare la corsa nell’oliveta sottostante la strada, la provinciale 31, che in quel punto, procede su una scarpata molto ripida.

A niente sono valsi i soccorsi della Croce Verde di Lamporecchio e dell’automedica: il personale sanitario ha tentato invano di rianimare il giovane che già al suo arrivo era privo di conoscenza e non respirava più. Il ragazzo proveniva da Lazzeretto e stava rientrando a casa dopo una serata di svago a seguito di una settimana di lavoro.

Non è chiaro il motivo della perdita di controllo dell’auto, ma per i carabinieri della stazione di Cerreto Guidi e di Empoli, intervenuti sul luogo per chiarire la dinamica dell’incidente, e la medicina legale, non sono stati rilevati elementi per procedere all’autopsia. Per questo, il corpo sarà nei prossimi giorni trasferito in Albania, dove saranno celebrate le esequie.

Devinson era nato il 18 maggio 2000, ma ormai da tempo viveva con la famiglia, di origine albanese, nell’Empolese.

Per alcuni anni aveva abitato appunto a Ponte a Elsa, dove militava nella squadra locale insieme al fratello Louis, poco più giovane di lui. E poi i due ragazzi e la mamma si erano trasferiti a Empoli, in via dei Cappuccini.

Proprio a Empoli aveva frequentato tutte le scuole, completando il ciclo con il diploma dell’istituto professionale Leonardo da Vinci.

E in questo periodo lavorava come operaio in una azienda della zona nel campo degli infissi.

Sconvolti amici e conoscenti, che lo ricordano come un ragazzo disponibile e educato, “con la testa sulle spalle”.

Da qualche tempo aveva iniziato anche una relazione con una ragazza, ma sogni, amori e speranze di Devinson si sono infranti sabato notte contro un albero.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Pubblicato su Il Tirreno