• Home
  •  > Notizie
  •  > Si tuffa nel Magra e non riemerge, trovata morta dopo oltre un’ora

Si tuffa nel Magra e non riemerge, trovata morta dopo oltre un’ora

La trentenne, di Massa, è sparita sotto gli occhi della sorella e di un’amica. Lavorava in Germania ed era tornata dalla famiglia per le vacanze estive

MASSA. L’hanno vista immergersi in acqua e sparire. I vigili del fuoco l’hanno trovata, senza vita, dopo oltre un’ora di ricerche, non molto lontano dal punto in cui si era immersa.

Nadia El Hassan, 30 anni, originaria del Marocco ma residente a Massa, se ne è andata sotto gli occhi della sorella e di un’amica, nel fiume Magra, in località Battifollo nel comune di Arcola.

Attualmente Nadia viveva in Germania per lavoro ed era tornata in Italia per trovare la famiglia. Quella di ieri doveva essere una giornata di svago.

Si è immersa in acqua nel primo pomeriggio. Era in costume. Chi era con lei, però, l’ha vista tuffarsi e poi sparire nel nulla. Non è più riemersa da quelle acque fredde. Da riva l’hanno chiamata e richiamata, ma lei forse se ne era già andata.

Stando a una prima ricostruzione sapeva nuotare, ma in quel tratto le correnti sono fortissime, soprattutto dopo la pioggia. Forse lei non lo sapeva. O forse sì ma pensava di farcela.

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco per le ricerche e i carabinieri della stazione locale.

Sembrano non esserci dubbi, stando ai primi accertamenti alle testimonianze, che si sia trattato di un incidente. La salma è stata quindi restituita ai familiari e potrà essere celebrato il funerale.

Le ricerche non sono state semplici. I vigili del fuoco l’hanno cercata per oltre un’ora in acqua e lungo la riva del fiume. Il corpo senza vita della trentenne è stato trascinato dalle correnti per diversi metri. Quando è stata trovata, per lei non c’era più nulla da fare.

La data dei funerali non è ancora stata fissata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicato su Il Tirreno