• Home
  •  > Notizie
  •  > Morta a 45 anni colpita da un capitello, indagato l’amministratore del palazzo: è un ex guardalinee

Morta a 45 anni colpita da un capitello, indagato l’amministratore del palazzo: è un ex guardalinee

Liviorno, è uno dei soci della Giemme che amministra lo stabile: l’ipotesi di reato cambia ora da lesioni a omicidio colposo Accertamenti della municipale

LIVORNO. Era già stato indagato dalla procura per il reato di lesioni colpose. Ora, l’ipotesi, è cambiata in omicidio colposo. L’unica persona coinvolta nell’inchiesta per la scomparsa di Baojiao Shu – la donna cinese di 45 anni morta ieri dopo essere stata colpita una settimana fa da un capitello che si è staccato dalla facciata di un palazzo di via Buontalenti – è il responsabile della società che amministra lo stabile, l’ex guardalinee di Serie A Giorgio Niccolai, livornese e uno dei due soci della Giemme di via Giacomo Leopardi.

Il professionista, sentito dal Tirreno subito dopo l’accaduto, aveva precisato che la facciata del palazzo a parere suo e degli inquilini era in buono stato e che nessuno aveva mai richiesto degli interventi. Ieri ha deciso di non parlare, ma lo ha fatto l’avvocata che assiste la società, Giulia Caroti: «Il condominio di piazza della Repubblica 59 rivolge ai familiari della Signora Baojiao Shu e a tutta la comunità cinese un sincero pensiero di vicinanza esprimendo le più sentite condoglianze».

Il cedimento del capitello è avvenuto sulla facciata del palazzo, in un’area condominiale, non riferibile alla responsabilità di un singolo inquilino, ma alla società di amministrazione del palazzo, la Giemme. Non risulta indagato – è quanto si apprende da ambienti investigativi – il proprietario dell’appartamento in corrispondenza del crollo, una società.

Il fascicolo aperto in procura è ancora per lesioni colpose, ma oggi o al massimo domani – quando arriveranno gli atti dell’ospedale – verrà cambiata l’ipotesi di reato in omicidio colposo. La polizia municipale avrà il compito di verificare vari aspetti: se nelle assemblee di condominio si è mai votata l’ipotesi di effettuare dei lavori sulla facciata, quando sono stati fatti gli ultimi interventi e se erano mai emersi problemi di cedimenti. Risposte cruciali per stabilire di chi sono le responsabilità della morte di Baojiao Shu, che ha avuto la sola sfortuna di camminare su quel marciapiede nel momento sbagliato.

Pubblicato su Il Tirreno