• Home
  •  > Notizie
  •  > Manager della Coop muore a 62 anni: «Era una persona stupenda»

Manager della Coop muore a 62 anni: «Era una persona stupenda»

Livorno: dolore nella cooperativa per la scomparsa del capo area Roberto Gradassi. Il presidente Marco Lami: «La sua competenza per noi è una grande perdita»

LIVORNO. Lutto nel mondo della grande distribuzione organizzata per la morte di Roberto Gradassi, 62 anni, capo dell’area “Toscana centro-nord” di Unicoop Tirreno e a lungo direttore dei supermercati di mezza regione, soprattutto a Livorno e Cecina, mentre a Piombino ha diretto le parti commerciali. Stimato e benvoluto, il decesso è avvenuto improvvisamente e dall'11 agosto è aperta la camera ardente al cimitero dei Lupi. Nella mattinata del 12 agosto, in forma privata, si celebreranno i funerali.

Nonno di una bambina, lo sarebbe presto diventato per la seconda volta. Viveva a Livorno, ma per la cooperativa ha girato gran parte della Toscana. Prima come responsabili dei supermercati, poi come capo area. «Roberto lavorava in cooperativa da quasi 40 anni, era stato assunto nel 1981 – spiega il presidente Marco Lami – con serietà, competenza e professionalità, ricoprendo ruoli di grande responsabilità ha contribuito allo sviluppo dell’azienda e ha sempre mantenuto queste doti, riconosciute dalle persone che hanno collaborato con lui, unendole a una grande umanità e attaccamento sincero ai valori della cooperazione». «Per la nostra cooperativa – prosegue – si tratta di una grande perdita. Era uno di noi. A nome dell’azienda, dei colleghi e dei soci giungano le nostre affettuose condoglianze e la nostra vicinanza alla famiglia». A ricordarlo anche Luca Rossi, ex collega e amico di vecchia data. «Una persona stupenda e un grande lavoratore – dice – che non si tirava mai indietro». —

 

Pubblicato su Il Tirreno