• Home
  •  > Notizie
  •  > Schianto in moto, lo strazio per Martina: «Erano una coppia stupenda»

Schianto in moto, lo strazio per Martina: «Erano una coppia stupenda»

Distrutti dal dolore gli amici della 28enne originaria di Lucca morta in autostrada mentre andava in vacanza sulla moto guidata dal fidanzato, già dimesso

LUCCA. Due famiglie sotto choc. Due comunità che piangono per la morte di Martina Di Domenico, 28 anni, di Calcinaia, nel Pisano, che ha perso la vita in un incidente stradale, avvenuto l’altra mattina sull’autostrada vicino a Barberino del Mugello. Era nata a Lucca ma la sua famiglia vive da molti anni a Bientina. Lei era sulla moto condotta dal fidanzato, Luca Bani, 30 anni, di Cascine di Buti, e ha avuto la peggio. Lui è stato ricoverato all’ospedale di Careggi e poi dimesso dopo essere stato trattenuto sotto osservazione anche se ha riportato solo la lussazione di una spalla. Niente, anche per lui, sarà più come prima.

Ieri mattina gli amici, appena hanno saputo che era stato dimesso dall’ospedale, si sono messi in contatto con lui per portargli una parola di coraggio. Martina Di Domenico, aveva studiato a Pontedera e all’Università di Pisa, da poco aveva iniziato a lavorare come grafica per un’azienda di comunicazione e marketing di Calcinaia, “Dido grafica e comunicazione”. «Non mi sento di dire nulla in questo momento», risponde per telefono con voce triste una delle colleghe. Martina era da tutti molto apprezzata per le sue capacità professionali e la sua bravura. Un ragazza solare, creativa e piena di interessi proprio come Luca, il fidanzato che era alla guida della moto ed è rimasto lievemente ferito. Lui lavora come tecnico per la società consortile Le Soluzioni, legata ad Acque spa. I due si frequentavano da almeno dodici anni e da poco tempo erano andati a convivere a Calcinaia. Luca è da anni un combattente del Gioco del Ponte a Pisa.

Sulla tragedia avvenuta in autostrada è stata aperta un’inchiesta della Procura di Prato. Il magistrato che segue il caso ha disposto l’esame esterno sulla salma di Martina Di Domenico e se non sarà sufficiente ad accertare le cause si farà anche l’autopsia. Accertamento che sarà fatto tra oggi e domani. Poi la salma dovrebbe poter essere restituita alla famiglia per il funerale. La camera ardente sarà allestita nella casa funeraria Magnani a Vicopisano e il funerale si svolgerà nella chiesa di Calcinaia ma ancora non è possibile sapere quando.

Martina e Luca avevano programmato la vacanza in moto definendo ogni dettaglio. Tra i fogli sparsi, recuperati dopo l’incidente, la polizia stradale ha trovato anche l’itinerario che la coppia aveva deciso di fare per poi arrivare in Austria.

L’incidente stradale è avvenuto al km 267 dell'autostrada A1 in direzione Nord, tra Calenzano e Barberino del Mugello, nel territorio di competenza della Procura della Repubblica di Prato. Secondo la prima ricostruzione, la donna, deceduta sul posto per le gravi ferite riportate, era sulla moto condotta da Bani. Per cause in corso di accertamento il motociclista ha perso il controllo della moto, ha tentato una manovra improvvisa dopo che il traffico, già rallentato, si è fermato all’improvviso. La donna è stata sbalzata dall’auto ed è andata a sbattere con la testa contro le ruote di un tir, che procedeva per la sua strada. Nell'incidente è rimasta coinvolta anche un'auto ma ancora non è chiaro in quale fase la moto abbia urtato anche contro la vettura. Come atto dovuto, la Procura ha indagato il conducente della moto, in vista degli esami medico legali. —

 

Pubblicato su Il Tirreno