• Home
  •  > Notizie
  •  > Bolgheri dice addio a Giorgiana Lawley

Bolgheri dice addio a Giorgiana Lawley

Il funerale sabato 30 maggio nella chiesina del paese. Ecco il ricordo della sorella

BOLGHERI. Se n’è andata mercoledì sera Giorgiana Lawley, classe ’48. Lottava contro un brutto male da almeno un paio di anni. La sua vita si divideva tra Firenze e Bolgheri; negli ultimi tempi, infatti, era stata costretta a tornare in città per curarsi. Ma in realtà il suo nido era Bolgheri. Era la più piccola di tre fratelli, prima Letizia e poi Massimo: nata a Pisa si era sposata col pittore e professore universitario Maurizio Martelli, anche lui venuto a mancare prematuramente diversi anni fa. Si erano incontrati a Firenze, innamorati e sposati. Giorgiana lascia due figli: Chiara e Francesco.

Casalinga, si è sempre occupata delle proprietà e delle faccende di famiglia, amava il suo giardino con l’adorato leccio dove trascorreva molto tempo in compagnia della sorella Letizia. «Era una persona molto determinata e allo stesso tempo dolce – la ricorda la sorella Letizia -. Molto forte e caparbia. Serena, amava la vita, le piaceva stare nella sua quotidianità con la sua famiglia, i suoi figli. Buona e cordiale. Con lei se ne va un pezzo fondamentale della mia vita, ero la sorella maggiore e anche con Massimo siamo sempre andati d’accordo. Non litigavamo quasi mai o solo per sciocchezze come succede tra fratelli. Eravamo molto uniti, il nostro legame non si spezzerà mai. Un legame speciale con il nostro con il borgo ci accomunava – continua – è andata a Firenze proprio perché non poteva farne a meno per la malattia ma la sua casa era qua. L’avrò sempre nel cuore, parlavamo tanto, l’idea di non vederla mi fa stare male. Ci facevamo tanta compagnia. Era la mia figura di riferimento».

I Lawley sono originari di Montecchio, in provincia di Pisa, una certosa nel comune di Calcinaia, e sono cresciuti nella campagna pisana. La loro casa fu distrutta nel secondo dopoguerra, Giorgiana non era ancora nata: rimasero senza tetto. Tutta la famiglia poi si trasferì a Bolgheri, dove c’erano i nonni della mamma, Ugolino e Barbara della Gherardesca, proprietari al tempo di tutto il paese. I funerali si terranno sabato 30 maggio alle 16 nella chiesa dei Santi Jacopo e Cristoforo a Bolgheri. La salma sarà poi condotta nel cimitero di famiglia in paese accanto al marito Maurizio Martelli.

Pubblicato su Il Tirreno