Chiese in Provincia di Siena - città di Poggibonsi: Chiesa di Santa Maria a Romituzzo

Chiesa di Santa Maria a Romituzzo
S. Maria a Romituzzo

SIENA / POGGIBONSI
Via P. Burresi 17 - Poggibonsi (SI)
Culto: Cattolico
Diocesi: Siena - Colle di Val D'Elsa - Montalcino
Tipologia: chiesa
Dedicato alla Madonna della neve, la chiesa rappresenta un tipico esempio di espressione di cultura religioso popolare. Esternamente presenta un profilo a salienti intonacato, con una finestrella rettangolare nella parte alta. Alla chiesa si accede dal loggiato, ad essa antistante, con archi a tutto sesto e racchiuso da una cancellata in ferro battuto, eseguita nel 1926 dai maestri fabbri poggibonsesi Regoli e Stricchi. L'interno è ad una sola navata con tetto a capriate. Ai lati si trovano... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

Dedicato alla Madonna della neve, la chiesa rappresenta un tipico esempio di espressione di cultura religioso popolare. Esternamente presenta un profilo a salienti intonacato, con una finestrella rettangolare nella parte alta. Alla chiesa si accede dal loggiato, ad essa antistante, con archi a tutto sesto e racchiuso da una cancellata in ferro battuto, eseguita nel 1926 dai maestri fabbri poggibonsesi Regoli e Stricchi. L'interno è ad una sola navata con tetto a capriate. Ai lati si trovano due altari in pietra serena del 1612. L'altare maggiore è un'artistica opera in pietra serena della fine del sec. XV ed alla stessa epoca va fatta risalire la stupenda cornice in legno dorato che racchiude l'immagine della Madonna. Quest'ultima fu pitturata fra il sec. XIV ed il sec. XV e rimaneggiata poi nel 1800, tanto che dell'affresco originale sono rintracciabili solo alcuni particolari. Gli interni della chiesa e della sagrestia sono letteralmente dominati dalla presenza di un elevatissimo numero di ex voto offerti alla Madonna da parte di fedeli miracolati.

Pianta

La pianta è ad aula con presbiterio e retrostanti locali della sacrestia, il cui asse è ruotato rispetto a quello della chiesa segnalando probabilmente la diversa collocazione del primitivo oratorio rispetto alla chiesa costruita successivamente, allineato il primo all'antica viabilità, la seconda all'attuale tracciato della via Cassa, su cui prospetta il fronte principale.

Coperture

La copertura, a capanna, è caratterizzata da capriate lignee, e solaio in legno e laterizio, con manto di copertura in coppi e tegole integrati da tegole marsigliesi.

Struttura

La struttura è in muratura portante continua intonacata,

1300 - 1400 (costruzione intero bene)

La chiesa prese questo nome perchè alcune donne vivevano in romitaggio e di elemosine in quel luogo allora solitario e romito. Vicino all'abitazione di queste eremite fu costruito un tabernacolo nel quale, fra la fine del 1300 e gli inizi del 1400, fu dipinta l'immagine della Madonna col Bambino. L'affresco sembra sia stato commissionato ad un valente artista senese da certo Bernardo di Duccio degli Adimari, proprietario del luogo e signore di Strozzavolpe. Successivamente Donato, figlio ed erede di Bernardo, sostituì il tabernacolo con una cappella di legno. Nel 1460 Antonio, figlio di Donato, fece erigere, con il contributo del popolo poggibonsese, sia l'elegante loggiato, che l'oratorio.

1600 - 1796 (cambio proprietà intero bene)

Nel 1600 il Santuario conobbe un periodo di decadenza che durò fino a quando Mons. Niccolò Sciarelli, Vescovo di Colle dal 1782 al 1796, lo pose sotto la competenza della Collegiata di S. Maria Assunta di Poggibonsi.

1967 - 1967 (cambio proprietà intero bene)

Il 1 Marzo 1967 il Santuario fu eretto a Parrocchia, con parroco Don Fosco Mezzedimi.

Cimiteri a SIENA

Via Cipressi Poggibonsi (Si)

Via Solferino 3 Chianciano Terme (Si)

Viale Luigi Baldi Radicondoli (Si)

Onoranze funebri a SIENA

Via Commercio 32 Poggibonsi

Via S. Rocco 44 Rapolano Terme

Viale Mazzini 95 Siena