Chiese in Provincia di Pisa - città di : Chiesa di San Giovanni Evangelista

Chiesa di San Giovanni Evangelista

PISA
Piazza San Giovanni, 1 - 56038 - Ponsacco (PI)
Culto: Cattolico
Diocesi: San Miniato
Tipologia: chiesa
La chiesa a tre navate, ha struttura portante in pietra mista a mattoni pieni e la facciata è caratterizzata dalla presenza di due sculture ai lati del portone principale d’ingresso. La copertura a tipologia a capanna è rivestita di coppi e embrici in stile toscano. Il campanile, con struttura mista in pietra e muratura di mattoni pieni è sito a fianco della chiesa e si eleva per 4 piani fuori terra. Vicino ad esso sono situate la Canonica ed il Battistero, parte residua dell'antica Pieve che... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

La chiesa a tre navate, ha struttura portante in pietra mista a mattoni pieni e la facciata è caratterizzata dalla presenza di due sculture ai lati del portone principale d’ingresso. La copertura a tipologia a capanna è rivestita di coppi e embrici in stile toscano. Il campanile, con struttura mista in pietra e muratura di mattoni pieni è sito a fianco della chiesa e si eleva per 4 piani fuori terra. Vicino ad esso sono situate la Canonica ed il Battistero, parte residua dell'antica Pieve che v'insisteva nel 1400.

chiesa

L’interno della chiesa è costruito da tre navate divise da cinque colonne che formano cinque archi romanici per parte. I due altari della navata destra sono dedicati a Santa Lucia e alla Madonna, quelli della navata sinistra al Sacro Cuore e a San Giuseppe. Il transetto è sovrastato dalla grande cupola sorretta da quattro arcate che si posano due angeli marmorei. Il presbiterio è contornato da balaustre di marmo bianco di Carrara su cui posano due angeli marmorei. L’ambone mostra una scultura lignea policroma. La mensa centrale è formata da una spessa tavola marmorea da due capitelli bronzei con 12 apostoli scolpiti. I due confessionali lignei, costruiti dai falegnami locali, risalgano al 1836. Il pulpito realizzato con marmi pregiati risale al 1907. La cantoria con il grande organo Agati, sovrastato dal rosone, si innalza sul portone centrale, sorretta da quattro colonne. All’inizio della navata destra è posta la statua bronzea di San Pio di Petrelcina, il fonte battesimale si trova all’inizio della navata sinistra, impreziosito da un affresco retrostante, opera di Paolo Graziani al 2009. La “Via Crucis”, opera di Mario Bertini, è in bronzo. Il patrimonio artistico della chiesa è composto da simulacri lignei provenienti dalla Val Gardena, da messali, lezionari, antifonari, oggetti sacri argentei, calici, pissidi, ostensori, reliquiari e paramenti sacri di particolare bellezza, alcuni ereditati dall’antica pieve di San Giovanni Evangelista

Pavimenti e pavimentazioni

Il pavimento è formato da mattonelle di marmo bianco e nero.

Campanile

I lavori del campanile, che è alto 36 metri, sono cominciati il 19 aprile 1863, per quanto riguarda la parte in muratura terminarono nel 1870. Tre anni avanti erano state collocate le campane ai primi finestroni che, a lavori ultimati, furono definitivamente spostate al piano superiore dove si trovano tuttora. Nel 1873 l’opera fu completata con il montaggio della rostra di ferro, costruita da Oreste Ghirlanda e della porta di accesso.

Canonica

E' frutto dei lavori di ampliamento della piazza iniziati nel 1836 in occasione della ricostruzione della chiesa. E' un massiccio corpo di fabbrica a pianta rettangolare con copertura a due falde articolato su tre livelli fuori terra.

1824 - 1836 (costruzione intero bene)

La nuova chiesa arcipretura di San Giovanni Evangelista di Ponsacco fu costruita a partire dal l 0 maggio I 824 in sostituzione dell'antica pieve del 1374 (che sostituiva l'antichissima pieve di Appiano distrutta dai Fiorentini net 1341), che appariva ormai inadeguata allo sviluppo del paese, perché piccola, in cattive condizioni, confusa per il disordinato accrescimento degli altari laterali. Nell'impossibilita di ampliarla, per gli edifici che la circondavano e per la strada che gli passava a fianco, si decise di costruire una nuova chiesa su un terreno in parte occupato dall'oratorio della Compagnia del Santissimo Sacramento, che fu quindi distrutto. Nel mese di ottobre del 1823 giunse l'autorizzazione del Granduca per la costruzione del nuovo sacro edificio, cui si mise mano il 10 maggio 1824. Il progetto fu realizzato dall’architetto Alessandro Gherardesca. Nell'ottobre del 1828 veniva chiuso il tetto e nel 1829 il pittore Giuseppe Bachini di Cas

1907 - 1907 (nuova costruzione pulpito di marmo)

L'arciprete Raniero Barnini (1907 -1938) dota la chiesa di un pulpito di marmo realizzato dalla ditta di Tomagnini e Dazzini di Pietrasanta.

1937 - 1959 (nuova costruzione cappelle ai lati dell'altar maggiore)

L'arciprete Mons. Carlo Scalenghe (1938 - 1963) fece costruire le due cappelle ai lati dell'altar maggiore: quella del Crocifisso affrescata da padre Tito Amodei e quella della Madonna della Neve affrescata da Antonio Luigi Gajoni.

1960 - 1963 (completamento con statue marmoree facciata esterna)

L'arciprete Scalenghe completò la decorazione della facciata esterna collocandovi le statue dei due Santi Patroni: Giovanni evangelista e Costanzo martire.

2011 - 2014 (consolidamento e restauro campanile)

A causa dell'accentuata e pericolosa pendenza della torre campanaria è stato necessario provvedere ad un intervento di consolidamento e restauro.

Mappa

Cimiteri a PISA

Via Roma Pontedera (Pi)

Via Butese Vicopisano (Pi)

Via Garibaldi Peccioli (Pi)

Onoranze funebri a PISA

Via Don Minzoni 74 Volterra

Via Volterrana 162 Capannoli

Via Roma 34 Peccioli