Chiese in Provincia di Massa Carrara - città di : Chiesa di Sant'Andrea Apostolo

Chiesa di Sant'Andrea Apostolo

MASSA CARRARA
Vinca, Fivizzano (MS)
Culto: Cattolico
Diocesi: Massa Carrara - Pontremoli
Tipologia: chiesa
la chiesa di Sant'Andrea di Vinca si trova all'estremità sud orientale dell'abitato disposta parallelamente al pendio occidentale del monte Nattapiana lungo il percorso che conduce alle foci di Navola e di Vinca, legate all'alto bacino del Frigido. Affaccia sull'ampio sagrato, aperto ad occidente verso i contrafforti del monte Sagro, e delimitato, ad oriente, dalla canonica di gusto rinascimentale, elegante edificio con porticato, ortogonale al prospetto principale della chiesa. La facciata a... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

la chiesa di Sant'Andrea di Vinca si trova all'estremità sud orientale dell'abitato disposta parallelamente al pendio occidentale del monte Nattapiana lungo il percorso che conduce alle foci di Navola e di Vinca, legate all'alto bacino del Frigido. Affaccia sull'ampio sagrato, aperto ad occidente verso i contrafforti del monte Sagro, e delimitato, ad oriente, dalla canonica di gusto rinascimentale, elegante edificio con porticato, ortogonale al prospetto principale della chiesa. La facciata a due spioventi, con un frontone centrale sostenuto da robuste lesene corrispondenti ai colonnati interni, lascia intuire la partizione in tre navate dello spazio liturgico ed è completamente intonacata ad esclusione del portale. Quest'ultimo richiama i modelli pisani del secolo XII. La bifora fu inserita nel vano di una finestra rettangolare nel secondo dopoguerra. L'edificio fu rimaneggiato nella prima metà del secolo XVIII, quando l'originaria copertura a capriate fu sostituita dalle volte. Un profondo presbiterio rettangolare, si raccorda alle pareti del vano liturgico antico tramite due brevi tratti diagonali finestrati. La data del 1740 visibile all'esterno del volume ne ricorda l'ampliamento e lo lega probabilmente al rifacimento dell'edificio. All'interno sono visibili i colonnati dell'impianto romanico di pregevole fattura.

Facciata

la facciata presenta un impaginato a capanna, di tipo barocco, caratterizzato da due robuste lesene, corrispondenti ai colonnati interni, poste a sostegno di un modesto frontone ornato con due nicchie contenenti leoni romanici affrontati, uno dei quali modificato in Marzocco, probabilmente nel 1418, epoca della dedizione degli abitanti alla Repubblica Fiorentina. La dimensione di queste sculture suggerisce un loro impiego ornamentale, forse sulle sommità dei pilastri laterali della facciata o il sostegno di un elemento di copertura del portale. Le porte delle navate laterali sono prive di ogni riferimento stilistico data la copertura integrale ad intonaco mentre il portale maggiore esprime il gusto pisano-lucchese del secolo XII.

Impianto strutturale

l'impianto strutturale è costituito da un vano monoassiale di tipo basilicale, ripartito in tre navate, racchiuso all'interno di muri perimetrali portanti. La costruzione di volte a vela per la copertura del vano ha comportato la realizzazione di setti trasversali in corrispondenza delle navate minori atti a bilanciarne le spinte. Il presbiterio si distacca dal corpo principale dell'edificio ed è affiancato, verso valle, dal volume della sacrestia.

Pianta

la pianta tendente alla forma quadrata presenta un'unica articolazione in corrispondenza del presbiterio che prolunga, verso mezzogiorno, lo spazio della navata centrale, fiancheggiato ad occidente dalla sacrestia.

Struttura

la struttura è completamente in pietra ricoperta d'intonaco e non è possibile dedurre alcuna conclusione in merito alla tipologia dei materiali impiegati. E' probabile che la facciata fosse di muratura isodoma, come il portale, tuttavia è una deduzione che si può fare solo per confronto con altre costruzioni dello stesso tipo.

Interno

tre campate a tutto sesto, sostenute da colonne cilindriche appoggiate su un basamento ed ornate da capitelli con due ordini di foglie sovrapposte, dividono lo spazio basilicale dell'aula. Il presbiterio, separato dalla balaustra marmorea, ospita un pregevole altare in marmi policromi, di gusto ligure. Al di sopra emerge la nicchia, ascrivibile alla prima metà del secolo XV, della Vergine con Bambino, opera di notevole pregio orientata a manifestazioni stilistiche dall'area pisano-lucchese dello stesso periodo, ma probabilmente ricollocata da altro edificio. Il contrasse dell'aula è sottolineato da due altari in marmo, di buona fattura, l'uno dedicato al Crocifisso o alle Anime purganti e l'altro alla Vergine del Rosario.

Pavimenti e pavimentazioni

il pavimento dell'aula è in marmo bianco mentre quello del presbiterio è

1296 - 1297 (citazione intero bene)

compare per la prima volte nelle Decime Bonifaciane del 1296/97 come cappella dipendente dalla pieve di Codiponte

1568 - 1568 (titolo intero bene)

fu parrocchia autonoma dal 1568

1740 - 1740 (rifacimento settecentesco intero bene)

all'esterno, sul muro occidentale del presbiterio, e' posta una lapide con la scritta 1740 probabile data del rifacimento della chiesa con la sostituzione della copertura a capriate con volte, l'ampliamento del presbiterio e la facciata

XIX - XIX (inserimento bifora facciata)

nel secondo dopoguerra sono stati eseguiti alcuni lavori in facciata: inserimento di una bifora, riapertura delle porte delle navate laterali ed inserimento di monofore. Queste lavorazioni si possono riscontrare confrontando una foto del 1922.

Mappa

Cimiteri a MASSA CARRARA

Via San Rocco Licciana Nardi (Ms)

Via Roma (Ms)

Via Nazionale Fivizzano (Ms)

Onoranze funebri a MASSA CARRARA

Ia Fontana 25 Carrara

Via Nazionale Cisa 37/B Aulla

Via Provinciale 28 Licciana Nardi