Chiese in Provincia di Massa Carrara - città di : Chiesa di San Giacomo (del Carmine)

Chiesa di San Giacomo (del Carmine)
Chiesa di Santa Chiara Oratorio di San Giacomo

MASSA CARRARA
Via Piastronata 26 - Massa (MS)
Culto: Cattolico
Diocesi: Massa Carrara - Pontremoli
Tipologia: chiesa
L'edificio si inserisce in un più ampio contesto architettonico costituente il Convento di Santa Chiara. Dall'ingresso loggiato si giunge all'interno di un piccolo atrio sovrastato dal coro. Attraverso un'arcata si accede all'aula di modeste dimensioni. Sono presenti due altari laterali in marmo policromo ove, all'interno di quello di destra, vi è conservata la tela della Madonna del Carmine. Una balaustra in marmo bianco delimita il presbiterio sopraelevato di un gradino. L'altare centrale,... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

L'edificio si inserisce in un più ampio contesto architettonico costituente il Convento di Santa Chiara. Dall'ingresso loggiato si giunge all'interno di un piccolo atrio sovrastato dal coro. Attraverso un'arcata si accede all'aula di modeste dimensioni. Sono presenti due altari laterali in marmo policromo ove, all'interno di quello di destra, vi è conservata la tela della Madonna del Carmine. Una balaustra in marmo bianco delimita il presbiterio sopraelevato di un gradino. L'altare centrale, di fattezza e dimensioni simili ai laterali, è posto in aderenza alla parete di fondo della chiesa. Da due porte poste ai lati dell'altare si accede alla sagrestia.

Facciata

La facciata è contraddistinta da una ampia parte loggiata posta al piano terreno e da un finestrone al primo piano che si apre in corrispondenza del coro.

Loggiato

Il loggiato al piano terreno è scandito da una doppia campata con pilastri in facciata e colonne nella parte retrostante.

Pianta

Dopo aver superato un atrio d'ingresso si accede all'aula, poco profonda, che suggerisce una geometria simile a quella degli edifici a pianta centrale.

Altari

Gli altari sono tre, di forma seicentesca e di pregevole fattura. L'altare maggiore è importante, caratterizzato da colonne in marmo rosso con presenti ai lati statue di angeli porta lampade. Gli altari laterali presentano una struttura a cofano con paraste in marmo rosso e decori in marmo nero e giallo. Di particolare pregio la pala dell'altare di destra, denominata "Madonna del Carmine.

Struttura

Strutture verticali: pareti in muratura continua mista pietra/mattoni. Strutture di orizzontamento: volte in pietra, a vela, per l'atrio di ingresso, e a botte unghiata, per la navata.

Impianto strutturale

Edificio in muratura continua mista in pietra e mattoni, con volte in muratura.

Pavimenti e pavimentazioni

Le pavimentazioni sono in marmo a riquadri bianco e Bardiglio.

1554 - 1554 (preesistenze carattere generale)

sin dal 1533 è presente un monastero delle Clarisse dell'ordine di S. Chiara, nuovamente fondato nel 1554 per volere di Taddea Malaspina.

1555 - 1555 (costruzione intero bene)

la costruzione dell'intero complesso venne inaugurata il 30 marzo 1555.

1584 - 1584 (rifacimento intero bene)

In seguito al Concilio di Trento vennero apportate modifiche architettoniche.

1620 - 1630 (ampliamento atrio)

Venne attuata una traslazione dell'ingresso principale verso l'esterno, ove venne ricavato il nuovo coro.

1695 - 1695 (esecuzione altari laterali)

Vennero affidate all'architetto Alessandro Bergamini le opere di abbellimento dell'interno della chiesa.

1784 - 1784 (rifacimento parziale copertura)

Nel maggio del 1784 un nubifragio colpisce il tetto della chiesa e del monastero causando gravi danni.

1808 - 1808 (denominazione carattere generale)

Assunse il beneficio parrocchiale della chiesa di San Giacomo, sita presso il castello, demolita nel 1806.

1905 - 1926 (rifacimento parziale copertura)

Come testimoniano i registri parrocchiali sono numerosi gli interventi puntuali per ripristinare la copertura.

1950 - 1950 (denominazione carattere generale)

Il 22 novembre 1950 la chiesa prende la denominazione di "San Giacomo Maggiore".

1970 - 1980 (modifiche funzionali avancorpo)

Negli anni '70 il portico di ingresso viene chiuso con delle inferriate.

1980 - 2012 (smontaggio arredi)

I due altari marmorei del 1874 vennero smontati ed accatastati nell'odierna sagrestia dietro l'altare maggiore.

1983 - 1987 (modifiche funzionali avancorpo)

Il coro sopra all'ingresso viene occupato dagli studi televisivi di un'emittente televisiva locale, per cui fu aggiunto un soppalco e pareti in legno .

1983 - 1987 (rifacimento copertura)

Viene ristrutturato il tetto della chiesa.

1983 - 1987 (ristrutturazione solaio sagrestia)

Il solaio della sagrestia viene sostituito da una nuova struttura in travi di acciaio e laterizio.

Mappa

Cimiteri a MASSA CARRARA

Via San Rocco Licciana Nardi (Ms)

Via Roma (Ms)

Via Giovanni Battista Cartegni Bagnone (Ms)