Chiese in Provincia di Massa Carrara - città di : Chiesa di San Giovanni Battista

Chiesa di San Giovanni Battista
S. Giovanni Battista

MASSA CARRARA
Via Milazzo, 13 - Fossola, Carrara (MS)
Culto: Cattolico
Diocesi: Massa Carrara - Pontremoli
Tipologia: chiesa
La chiesa di San Giovanni Battista ha una pianta centrale allungata di forma rettangolare che va restringendosi in corrispondenza del presbiterio, ed è sovrastata da un coro a esedra all'ingresso. La chiesa è a navata unica con arcate laterali tamponate all'interno delle quali sorgono altari e confessionali. L'aula è voltata a botte con lunette. Dal presbiterio, separato dalla zona dell'assemblea da tre gradini e dalla balaustra in marmo, si accede all'oratorio di Santa Maria Assunta che si... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

La chiesa di San Giovanni Battista ha una pianta centrale allungata di forma rettangolare che va restringendosi in corrispondenza del presbiterio, ed è sovrastata da un coro a esedra all'ingresso. La chiesa è a navata unica con arcate laterali tamponate all'interno delle quali sorgono altari e confessionali. L'aula è voltata a botte con lunette. Dal presbiterio, separato dalla zona dell'assemblea da tre gradini e dalla balaustra in marmo, si accede all'oratorio di Santa Maria Assunta che si protende verso sinistra e che collega con il campanile. Il pavimento della chiesa presenta numerose lapidi in marmo. La facciata intonacata presenta un finestrone centrale e due nicchie laterali con statue marmoree sovrastate da timpani. La copertura a due falde è in coppi ed embrici. Il campanile è posto sul fianco sinistro del corpo principale ha il muro in pietra a facciavista.

Elementi decorativi

L'acquasantiera marmorea risale al 1700 ed il suo pregio è costituito dalla lavorazione artigianale che esalta l'armonia delle forme.

Elementi decorativi

Nell'orchestra, situata sopra l'ingresso principale, si trova un organo a canne, in legno color verde e oro, risalente al 1858 opera dell'artista pistoiese Nicomede Agati.

Altari

Sul lato destro, guardando l'altare maggiore, è collocato l'altare del Purgatorio del 1600, con tabernacolo del 1700, che si trovava nella chiesa di Moneta raffigurante nell'ancona la Vergine del Suffragio con San Giovanni ed un angelo.

Elementi decorativi

Sul lato destro, guardando l'altare maggiore, si trova il confessionale settecentesco, in marmi bianchi e colorati, finemente intarsiato e lavorato a mano proveniente da Moneta, risalente al 1722 come si evince dai caratteri romani scolpiti nella parte superiore.

Altari

Sul lato destro, guardando l'altare maggiore e verso il presbiterio, è collocato l'altare di Sant'Isidoro Agricola al quale è dedicato il bellissimo altorilievo nell'ancona, opera del 1711 di Giovanni Antonio Carusi.

Altari

Sul lato sinistro si può ammirare l'altare di Sant'Antonio, con marmi intarsiati e colonne verde Alpi, donato nel 1927 dall'industriale Georgius Berring Nicoli

Elementi decorativi

Un confessionale marmoreo si trova sul lato sinistro ed è corredato di una scala laterale che porta al pulpito sovrastante, dove in bassorilievo è scolpita la figura del Redentore con la scritta "Praedicate Evangelium". E' datato 1710 in caratteri arabi.

Altari

Sul lato sinistro, guardando l'altare maggiore e verso il presbiterio, è collocato l'altare della Madonna del Rosario risalente al 1829. Il tabernacolo del 1700 con porticina in argento provengono dall'originaria chiesa di Moneta.

Presbiterio

Dietro l'altare maggiore, in alto sulla parete di fondo, è collocata un'ancona commissionata nel 1545 a Francesco del Mastro, scultore carrarese, rappresentante la Vergine con Bambino nudo e, ai lati, San Giovanni Battista e Sant'Andrea. Ai lati ancora due bassorilievi di dimensioni minori, del 1547, raffiguranti S.Terenzo e S.Rocco.

Presbiterio

Due tabernacoli in marmi colorati contenenti l'olio santo sono collocati sulle pareti laterali del presbiterio. Provengono da Moneta.

Presbiterio

Dalla porta nella parete laterale sinistra del presbiterio si entra nell'Oratorio di Santa Maria Assunta.

Pavimenti e pavimentazioni

La pavimentazione è costituita da elementi in marmo bianco e grigio montate a formare motivi e decori, ove sono presenti numerose lapidi marmoree.

Pianta

La chiesa ha la pianta rettangolare allungata che si restringe in corrisponenza del presbiterio.

Impianto strutturale

La struttura portante della chiesa è formata da arcate su pilastri in successione sui quali poggia la volta a botte. Le arcate sono tutte tamponate in muratura di pietrame intonacata.

Torre campanaria o campanile

All'esterno, sulla sinistra per chi guarda la facciata costruito adiacentemente all'Oratorio di Santa Maria Assunta spicca il ca

1560 - 1560 (committenza carattere generale)

Su mandato orale del Papa Pio IV, ufficializzato con il breve "Ex parte vestra" del Cardinale Ranuccio Farnese del 27 luglio 1560, gli abitanti del vicino borgo di Moneta sono autorizzati ad erigere una chiesa con il titolo di San Giovanni Battista.

1569 - 1569 (committenza carattere generale)

La chiesa di San Giovanni Battista di Moneta viene eretta Parrocchia il 10 febbraio 1569.

1587 - 1587 (archivio carattere generale)

L'archivio parrocchiale comincia nel 1587.

1783 - 1783 (inizio lavori intero bene)

Nella seconda metà del secolo XVIII il borgo di Moneta si spopolò rapidamente a favore del borgo di Fossola, situato più a valle, pertanto si rese necessario costruire una nuova chiesa, iniziata il 23 marzo del 1783.

1801 - 1801 (titolo carattere generale)

Nel 1801 il titolo parrocchiale venne trasferito da Moneta a Fossola.

1926 - 1926 (restauro intero bene)

Nel 1926 viene effettuata la prima opera di restauro della chiesa ad opera dell'architetto Sanguinetti.

1996 - 1996 (restauro intero bene)

Il secondo restauro viene effettuato nel 1996 a causa del crollo della volta che rese inagibile la chiesa.

1997 - 1997 (restauro campanile)

Viene effettuato il restauro della torre campanaria.

Mappa

Cimiteri a MASSA CARRARA

Via Roma (Ms)

Via San Rocco Licciana Nardi (Ms)

Via Nazionale Fivizzano (Ms)

Onoranze funebri a MASSA CARRARA

Via Nazionale Cisa 37/B Licciana Nardi