Chiese in Provincia di Massa Carrara - città di : Oratorio della Santissima Annunziata

Oratorio della Santissima Annunziata
SS. Annunziata

MASSA CARRARA
Casola in Lunigiana (MS)
Culto: Cattolico
Diocesi: Massa Carrara - Pontremoli
Tipologia: chiesa
l’oratorio di Castiglioncello si trova all’ingresso del piccolo borgo arroccato su uno sperone roccioso dominante il pianoro di Offiano e la sottostante valle dell’Aulella. Si tratta di un centro fortificato, come già attesta il toponimo, che la parete continua delle abitazioni e la pianta affusolata mettono ancora di più in evidenza. E’ nominato per la prima volta in un atto del 1481 quando le ostilità tra i Malaspina ed i fiorentini, per il controllo della valle, erano in pieno svolgimento.... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

l’oratorio di Castiglioncello si trova all’ingresso del piccolo borgo arroccato su uno sperone roccioso dominante il pianoro di Offiano e la sottostante valle dell’Aulella. Si tratta di un centro fortificato, come già attesta il toponimo, che la parete continua delle abitazioni e la pianta affusolata mettono ancora di più in evidenza. E’ nominato per la prima volta in un atto del 1481 quando le ostilità tra i Malaspina ed i fiorentini, per il controllo della valle, erano in pieno svolgimento. L’oratorio, dedicato all’Annunziata, sorse presumibilmente nella seconda metà del secolo XVII proprio al termine dell’erta salita che conduce all’interno dell’abitato, quasi fondando sulle mura perimetrali la sua parete di mezzogiorno. Il sacello è preceduto da un portico, sostenuto a destra da un’aggraziata colonna in arenaria, e coperto da una struttura lignea sul fondo della quale si aprono l’ingresso con le finestre laterali e l’oculo circolare finemente scolpito e recante la data del 1675. L’interno molto semplice è ripartito in due campate, voltate a crociera, sostenute da peducci in pietra di buona fattura. Il presbiterio poligonale, coperto invece con un solaio piano, è separato dall’aula mediante la struttura dell’altare maggiore in legno intagliato, dipinto con colori ad imitazione del marmo apuano e delle pietre scure utilizzate per mettere in risalto il disegno della trabeazione. La capace lavorazione del materiale lapideo richiama quella delle maestranze attive, nello stesso scorcio di secolo, nell’oratorio del Carmine di Casola

Facciata

la facciata dell’oratorio di Castiglioncello si dispone ortogonalmente all’erto pendio del colle preceduta da un portico con la copertura a capanna sostenuta dalla struttura lignea di una capriata triangolare. A sinistra appoggia sul setto murario, fondato sulla roccia viva del promontorio che delimita il piccolo recinto, mentre a destra dispone il sostegno sul muro di sottoripa, divenuto ormai un parapetto. Si tratta di un’elegante colonna in arenaria dal capitello ornato con una rossetta a quattro petali con due foglie rigirate ai lati. La parete interna del panoramico cortile trapezoidale è la vera facciata dell’edificio, più alta del portico, anch’essa a capanna è sormontata, a destra, da un grazioso campaniletto a vela, ad un fornice a tutto sesto, disposto in continuità con la sottostante parete. L’ingresso e le finestre laterali, di belle proporzioni, sono incorniciate da mostre in arenaria sormontate da un alto fregio, diviso due specchiature simmetriche rispetto ad una centrale quadrata, e dalla cimasa. Al centro si trova un oculo circolare di pregevole fattura con la strombatura esterna composta di ghiere concentriche. La fascia più esterna è datata 1675 mentre quella centrale, a tortiglione, è contenuta tra due astragali uno a perline e fuseruole e l’altro con dentelli. La precisa esecuzione e la raffinatezza dell’ornato richiamano i manufatti dell’oratorio del Carmine della vicina Casola

Impianto strutturale

l’impianto strutturale è generato da una pianta rettangolare dalla lunghezza pari ad una volta e mezzo circa la larghezza, ripartita in due campate da volte a crociera a sesto leggermente schiacciato sostenute da peducci in arenaria incastrati nella parete. Il presbiterio poligonale è invece coperto con solaio piano, probabile rifacimento a seguito del terremoto del 1920

Interno

si accede all’interno dell’oratorio attraversando il vano porticato affacciato, a destra, verso l’alta valle dell’Aulella. L’interno è privo di decorazioni parietali e mostra la struttura del vano, animata dalle volte a crociera appoggiate su peducci di buona fattura. Sul fondo l’altare in legno dipinto con smalti che richiamano i colori delle pietre, chiude la prospettiva del vano

Presbiterio

il presbiterio poligonale, a copertura piana, è delimitato da un gradino in arenaria. Al centro si trova l’altare con la base, e due alzate, ad andamento scalare contrario in muratura, con

1671 - 1671 (datazione pala d'altare)

sul retro della pala d’altare si trova la data 1671

1675 - 1675 (datazione intero edificio)

la struttura del fabbricato, soggetto al patronato degli uomini di Castiglioncello, è databile alla seconda metà del secolo XVII come attesta la data 1675 inclusa nell’oculo situato sulla facciata

1920 - 1920 (danni sismici presbiterio)

è assai probabile che il solaio piano del presbiterio sia stato eseguito a seguito di danni sismici del terremoto del 1920 che ha colpito la zona di Casola e Fivizzano con il crollo della volta a crociera

Mappa

Cimiteri a MASSA CARRARA

Via San Rocco Licciana Nardi (Ms)

Via Roma (Ms)

Via Giovanni Battista Cartegni Bagnone (Ms)