Chiese in Provincia di Massa Carrara - città di : Oratorio di Nostra Signora di Loreto

Oratorio di Nostra Signora di Loreto
Santuario della Madonna di Loreto N.S. di Loreto

MASSA CARRARA
Panicale, Licciana Nardi (MS)
Culto: Cattolico
Diocesi: Massa Carrara - Pontremoli
Tipologia: chiesa
il Santuario della Beata Vergine di Loreto si trova sulla sella dello spartiacque destro del torrente Tavarone in prossimità del crocevia formato dalla strada che unisce Licciana a Panicale, frammento del più ampio tracciato di mezzacosta che univa Lucca con il territorio piacentino, attraverso la Val di Magra, e la direttrice di crinale proveniente dall’Appennino. C’era in quel luogo una piccola maestà dedicata alla Vergine lauretana ed una sera il podestà di Licciana, Cesare Mariotti,... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

il Santuario della Beata Vergine di Loreto si trova sulla sella dello spartiacque destro del torrente Tavarone in prossimità del crocevia formato dalla strada che unisce Licciana a Panicale, frammento del più ampio tracciato di mezzacosta che univa Lucca con il territorio piacentino, attraverso la Val di Magra, e la direttrice di crinale proveniente dall’Appennino. C’era in quel luogo una piccola maestà dedicata alla Vergine lauretana ed una sera il podestà di Licciana, Cesare Mariotti, sostando in preghiera davanti ad essa, fu colpito da una palla di archibugio rimanendo illeso. A seguito di questo fatto, ritenuto miracoloso, fu costruito il Santuario, completato nel 1676, che aveva una sola navata e, probabilmente, due campate più il presbiterio rettangolare con il sacello della Vergine di cui il pregevole altare in stucco policromo, eseguito da maestranze lombarde, incornicia l’ingresso. Intorno al 1727 fu condotto nelle forme attuali: l’angusta aula fu allargata con una coppia di navate dalle angolature diagonali estendendo la volta a botte originaria anche alle nuove superfici e facendo assumere all’aula una maggiore ampiezza. La facciata fu affiancata da un portico a tre campate che diventò il principale prospetto dell’edificio; il prospetto è scandito da una trabeazione tuscanica, con fornice centrale e specchiature laterali ornate con aperture pseudo ellittiche, sormontata da un fastigio con finestra circolare, fiancheggiato da elementi di raccordo curvilinei, sormontato da un timpano triangolare ornato con pinnacoli piramidali. Sul fondo a sinistra si trova la torre campanaria, con cella a quattro fornici e cuspide piramidale a base ottagonale, iniziata nel 1802

Facciata

la facciata del Santuario di Nostra Signora di Loreto, preceduta da una scala ventaglio, è scandita da una trabeazione tuscanica con architrave a due fasce, fregio ornato con oculi ellittici, in tre superfici simili tra loro, sulla cornice appoggia l’ordine superiore, coronato dal frontone triangolare. Un arco a tutto sesto, quasi della stessa dimensione della campata, si apre nella specchiatura centrale mentre quelle laterali sono adornate con aperture pseudoellittiche contenute all’interno di una incorniciatura a stucco. L’ordine rigirante sui fianchi laterali con una coppia di pilastri binati, lascia spazio all’ arcata a tutto sesto corrispondente al controasse del portico voltato antistante l’aula. Al di sopra si dispone una superficie quadrata, ornata con una finestra circolare a strombatura esterna, sormontata dal frontone adornato con pinnacoli piramidali con sfera cacuminale come i raccordi laterali, formati da elementi semicurvi contrapposti. La facciata dell’aula si trova all’interno del portico e si compone del portale con mostre dipinte e delle consuete finestrelle laterali

Impianto strutturale

l’impianto strutturale è composto da tre elementi il presbiterio, l’aula ed il portico: il presbiterio è un vano rettangolare, coperto da una volta a botte a sesto ribassato, costruito attorno al sacello rettangolare che richiama della casa della Vergine di Loreto. La costruzione, coperta a capanna, con campanile a vela, fianchi aperti con finestrelle rettangolari e facciata principale adornata dall’apparato scenografico dell’altare, s’incastra nel volume del coro, che lo contiene interamente. L’aula si compone di un vano rettangolare ripartito in due campate, coperte da una volta a botte lunettata, ampliato ai lati da due navate simmetriche, raccordate con angoli diagonali anch’esse coperte nello stesso modo. Il portico si addossa al lato orientale dell’aula opposto al presbiterio e si articola in tre campate coperte da volte a vela simmetriche rispetto alla crociera corrispondente all’ingresso. A sinistra del coro si trovano la sacrestia e la torre campanaria allineate con le pareti esterne dell’edificio

Interno

l’interno del Santuario si configura come un vano del tutto particolare a causa dell’articolazione dello spazio dell’au

1674 - 1676 (prime attestazioni intero bene)

la maestà che esisteva sulla sella che unisce Panicale a Licciana fu trasformata in Santuario tra il 1674 ed il 1676 a seguito del fallito attentato al podestà di Licciana Cesare Mariotti che, sostando in preghiera davanti alla sacra immagine della Beata Vergine di Loreto, fu colpito da una palla d’archibugio rimanendo illeso. La chiesa era piuttosto angusta ed aveva una sola navata

1676 - 1676 (costruzione altare maggiore)

l’altare maggiore in stucco è opera di maestri milanesi

XVIII - XVIII (ampliamento intero bene)

il Santuario è stato ampliato nel secolo XVIII quando fu allargata la pianta della chiesa, aggiunto il portico ed ampliato il presbiterio

1802 - 1802 (costruzione campanile)

il campanile fu costruito a partire dal 1802

Mappa

Cimiteri a MASSA CARRARA

Via Nazionale Fivizzano (Ms)

Via San Rocco Licciana Nardi (Ms)

Via Roma (Ms)

Onoranze funebri a MASSA CARRARA

Via Roma 31 Carrara

Via Ponte Nazionale 28 Filattiera

Via Armani 29 Pontremoli