Chiese in Provincia di Massa Carrara - città di : Chiesa della Madonna delle Grazie

Chiesa della Madonna delle Grazie
Chiesa della Madonna delle Grazie alla Lugnola Santuario della Madonna delle Grazie

MASSA CARRARA
Via Carriona - Carrara (MS)
Culto: Cattolico
Diocesi: Massa Carrara - Pontremoli
Tipologia: chiesa
Il santuario della Madonna della Madonna delle Grazie è situato l' ungo l' antica via Carriona, poco oltre quella che, nelle mura albericiane, era la porta della Lugnola, quasi al confluire del torrente Gragnana nel Carrione. Posta più in basso del livello stradale da cui è separata da scalinata e da un giardino con moderno gruppo scultoreo, si presenta con una facciata neoclassica interamente rivestita di marmi. Il corpo della chiesa ad eccezione della parte absidale e del campanile che le... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

Il santuario della Madonna della Madonna delle Grazie è situato l' ungo l' antica via Carriona, poco oltre quella che, nelle mura albericiane, era la porta della Lugnola, quasi al confluire del torrente Gragnana nel Carrione. Posta più in basso del livello stradale da cui è separata da scalinata e da un giardino con moderno gruppo scultoreo, si presenta con una facciata neoclassica interamente rivestita di marmi. Il corpo della chiesa ad eccezione della parte absidale e del campanile che le si appoggia sul fianco sinistro, è inserito in edifici privati ed ecclesiastici di servizio, leggermente rientranti rispetto al fronte della facciata. L' interno della chiesa, a cui si accede superando delle porte di bronzo e una vetrata, ad unica navata e presbiterio appena più stretto e rialzato, è connotato dal forte impatto scenografico determinanto dal rivestimento marmoreo policromo che ne accompagna l' intero perimetro fino al cornicione e dalla ricchezza e sontuosità degli elementi decorativi anch' essi tutti in marmi policromi. La volta della navata e quella ribassata del presbiterio, scandita in campate dagli archi poggianti su paraste laterali, sono a botte lunettata e sono state affrescate nella seconda metà dell' ottocento.

Pianta

La pianta della chiesa presenta il grande vano rettangolare della navata unica che prosegue nel vano presbiteriale con abside piatto. Le ricche paraste dei fianchi della navata e le doppie paraste angolari sorreggono tre archi e l' arco maggiore in modo da scandire la pianta in quattro campate di cui quella del presbiterio ribassata, corredata da sei finestre nelle lunette e una finestra terminale nella parete absidale. Da una apertura posta sul fianco destro del presbiterio si accede alla sacrestia e a quella parte di struttura adiacente che fù adibita un tempo a canonica collegiale ed oggi a funzioni ricreative e di servizio.

Impianto strutturale

L' impianto della chiesa consiste in un vano di tre campate più abside delimitato da un perimetro di muratura portante. le tre campate sono scandite da due archi rinforzati mediante catene di contenimento delle spinte.

Interno

L' interno della chiesa, di grande effetto scenografico, si caraterizza innanzitutto per il rivestimento marmoreo di tutti i prospetti paretali, dai pavimenti fino alla linea del cornicione. Il sapiente accostamento dei tipici marmi locali (bianchi, venati, bardigli) con altri neri e colorati italiani e stranieri si accompagna alla ricca decorazione delle volte affrescate nella seconda metà dell' ottocento. Su questo sfondo si collocano un insieme di sontuosi elementi decorativi tutti in marmi colorati. Al centro delle due fiancate della navata, inquadrati dalle paraste, fanno sfoggio due sontuosi altari barocchi in marmi colorati opera del secondo settecento. Ai lati di ciascun altare quattro maestosi confessionali, in marmi colorati, con capitelli, cornice e parapetto. Al centro del presbiterio, addossato alla parete, è collocato l' imponente e sfarzoso altare maggiore, opera del settecento attribuita ad Alessandro Bergamini. Quattro grandi colonne di marmo rosso poste su due linee in modo da suggerire la concavità dell' impianto sorreggono grandi cornici sormontate da due figure di angeli. Sui lati sono posti due sontuosi portali in marmo che incorniciano le due aperture laterali sovrastati da due tribune sorrette da mensole e arricchite da balaustre. Sui balconi si affacciano altri due eleganti portali, decorati con angeli.

Coperture

Sia la navata che l' abside sono sovrastate da volte a botte lunettate interamente affrescate nella seconda metà dell' ottocento.

Facciata

La facciata, completamente rivestita di marmo, è opera moderna, di gusto neoclassico, innalzata nel 1960 su progetto dell' architetto Metelli. Due coppie di lesene laterali sormontate da un frontone la scandiscono verticalmente. All' interno del frontone è collocato un mosaico. La sezione centrale presenta un bel portale marmoreo con s

XV - XV (presistenze intero bene)

In origine presso il ponte dell Lugnola c' era una piccola cappella famosa per l' effigie in affresco della Vergine del XV secolo, immagine oggetto della devozione popolare

XVII - XVIII (apparato decorativo intero bene)

Pur in mancanza di date precise i lavori del complesso è ricchissimo apparato decorativo iniziano nella seconda metà del XVII per proseguire nel XVIII secolo su iniziativa e a spese della ricca famiglia carrarese dei Conti Del Medico.

1620 - 1620 (edificazione intero bene)

Al fine di dare una degna sistemazione a quell' immagine nell' anno 1620 per volontà del popolo carrarese ed iniziativa del principe Carlo I Cybo Malaspina si dette inizio ai lavori di costruzione

1676 - 1676 (inaugurazione intero bene)

Solo il giorno 2 Novembre 1676 la nuova costruzione venne inaugurata e benedetta dal Vescovo G. B. Filipponi Tenaerini. Il giorno ventinove poi con solenne cerimonia l' immagine sacra venne traslata nella nuova chiesa.

1899 - 1933 (ampliamenti intero bene)

Il primo luglio 1899 l' ordine francescano ottenne la custodia e gestione della chiesa. A partire da tale data iniziarono i lavori di ampliamento e sistemazione della parte di fabbricato addossato al fianco sinistro della chiesa. Lavori proseguiti nell' anno 1923 e 1933.

1960 - 1960 (costruzione facciata)

Nell' anno 1960 finalmente si provvide ai lavori di sistemazione della facciata con l' attuale rivestimento marmoreo su progetto dell' architetto O. Matelli.

Mappa

Cimiteri a MASSA CARRARA

Via Giovanni Battista Cartegni Bagnone (Ms)

Via San Rocco Licciana Nardi (Ms)

Via Nazionale Fivizzano (Ms)

Onoranze funebri a MASSA CARRARA

Via Roma 35 Villafranca In Lunigiana

Viale Democrazia 47 Massa

Snc, Viale Democrazia (Angolo Via Prado) Snc Massa