Chiese in Provincia di Arezzo - città di Laterina: Chiesa di San Biagio

Chiesa di San Biagio
S. Biagio

AREZZO / LATERINA
Corso Italia - Laterina (AR)
Culto: Cattolico
Diocesi: Arezzo - Cortona - Sansepolcro
Tipologia: chiesa
L’edificio è costituito da un’unica navata; l’area presbiteriale è posta ad un livello più alto di un gradino, al centro è posto l’altare anch’esso posto ad un livello più alto rispetto. Completa la struttura la sacrestia cui si accede da due porte simmetriche poste dietro all’altare. I paramenti internamente ed esternamente sono intonacati. Il pavimento è in mattonelle di cotto di formato rettangolare disposte a spina. La Chiesa è ubicata all’interno del centro storico di Laterina, con... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

L’edificio è costituito da un’unica navata; l’area presbiteriale è posta ad un livello più alto di un gradino, al centro è posto l’altare anch’esso posto ad un livello più alto rispetto. Completa la struttura la sacrestia cui si accede da due porte simmetriche poste dietro all’altare. I paramenti internamente ed esternamente sono intonacati. Il pavimento è in mattonelle di cotto di formato rettangolare disposte a spina. La Chiesa è ubicata all’interno del centro storico di Laterina, con ingresso dalla strada principale denominata Corso Italia.

Pianta

L’impianto risulta organizzato su pianta rettangolare a navata unica. La pianta è scandita da due campate oltre al presbiterio, posto a quota più alta. In posizione retrostante la sacrestia, cui si accede dalle due porte retrostanti l’altare.

Coperture

La copertura del corpo principale è a capanna, con orditura in legno e pianelle con sovrastante manto di tegole e coppi. La copertura della sacrestia è posta ad un'altezza inferiore rispetto a quello della navata principale, a padiglione, con orditura e rifiniture medesime a quelle della chiesa.

Impianto strutturale

La struttura portante è costituita da muratura a sacco caratterizzata da pietrame e laterizio rivestita sia internamente che esternamente da intonaco; anche il piccolo campanile, impostato sulla muratura portante tra l’aula e la sacrestia, è in muratura mista ed esternamente rivestita da intonaco.

XIII - XVI (costruzione intero bene)

San Biagio a Campavena nel comune di Laterina (Arezzo) è una piccola chiesetta della quale non si hanno notizie fino al 1583, quando vi si insediò la Compagnia del Corpus Domini. Così è citata nella Visita Apostolica di quell'anno "oratorium S. Blasi alias, nunc vero SS. Corporis Christi". Precedentmente sappiamo solo che nel XIII secolo - al tempo del cardinale Soderini - era stata unita alla Pieve di Laterina.

1596 - 1596 (restauro intero bene)

Da alcuni documenti dell'epoca si evince che la chiesa subisce un restauro nel 1596: "restaurare figuras trunae".

1614 - 1630 (committenza altari)

Nel 1614, per volontà della famiglia Busatti, viene eretto sull'ala sinistra della navata, un altare con cappellania intitolato a San Bartolmeo con l'obbligo di celebrarvi messa una volta alla settimana e ogni primo lunedì del mese. L'altare intitolato a san Giovanni battista era affrescato con il santo tra i santi Biagio e Bartolomeo. Risulta inoltre che, a destra della navata, vi fosse stato un altare sul quale non si celebrava più. Forse per tale motivo venne demolito, tant'è che nei documenti successivi non è più citato. L'affresco dell'altare maggiore, raffiguranmte la Madonna col Bambino tra i santi Biagio e Sebastiano fu restaurato nel 1630, come si evince da un'iscrizione ancora oggi visibile, e risistemato secondo lo schema del nuovo altare

1785 - 1785 (proprietà intero bene)

Nel 1785, con decreto del Granduca di Toscana Leopoldo I, viene soprressa la Compagnia del Santissimo Sacramento e pertanto la cura della chiesa di san Biagio fu trasferita al pievano di Laterina.

1834 - 1834 (amministrazione carattere generale)

Nel 1834, don Ippolito Rossi, proposto di Laterina, con il consenso dei superiori ripristina la Compagnia che potrà avvalersi della chiesa di San Biagio e della annessa sagrestia per le adunanze.

1847 - 1860 (restauri intero bene)

Nella seconda metà del XIX secolo si compiono alcuni lavori alla chiesa. Nel 1847 viene rifondato un muro e nel 1860 vengono sistemate due catene a seguiti di numerose minacce di crollo.

2013 - 2014 (restaturi intero bene)

Nel 2013, grazie al contributo della CEI, è stato effettuato il restauro e il risamento conservativo dell'intero Complesso. In particolare, i lavori hanno riguardato la manutenzione della copertura e il miglioramento del rischio sismico; il restauro dei paramenti esterni e interni con la relativa tinteggiatura. Infine è stato realizzato il nuovo impianto elettrico.

Mappa

Cimiteri a AREZZO

Via Della Sugherella 1 Montevarchi (Ar)

Via Delle Ville Terranuova Bracciolini (Ar)

Viale Armando Diaz Monte San Savino (Ar)

Onoranze funebri a AREZZO

Viale Michelangelo 63 Bibbiena

Via Arno 68 Castiglion Fiorentino

Via Aretina 27 Arezzo