Chiese in Provincia di Lucca - città di : Chiesa dei Santi Simone e Giuda

Chiesa dei Santi Simone e Giuda

LUCCA
Via alla chiesa - Convalle, Pescaglia (LU)
Culto: Cattolico
Diocesi: Lucca
Tipologia: chiesa
La chiesa parrocchiale dei Santi Simone e Giuda apostoli in Convalle si presenta come un fabbricato a croce latina concluso da abside semicircolare. L'accesso principale avviene tramite un loggiato sul fronte ovest, che, insieme al campanile, di forma quadrata, e la canonica costituisce un unico corpo. Sul fronte nord vi sono una stanza per l'alloggio degli arredi sacri comunicante con l'interno della chiesa e la sacrestia. Le murature perimetrali sono in pietra intonacata, mentre la... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

La chiesa parrocchiale dei Santi Simone e Giuda apostoli in Convalle si presenta come un fabbricato a croce latina concluso da abside semicircolare. L'accesso principale avviene tramite un loggiato sul fronte ovest, che, insieme al campanile, di forma quadrata, e la canonica costituisce un unico corpo. Sul fronte nord vi sono una stanza per l'alloggio degli arredi sacri comunicante con l'interno della chiesa e la sacrestia. Le murature perimetrali sono in pietra intonacata, mentre la struttura pricipale del tetto è in legno ed il manto di copertura è in cotto toscano di embrici e tegole. Le fondazioni dell'intero complesso sono in pietra. Lungo la facciata nord si aprono tre finestre in legno archivoltate; sulla sommità della facciata si trova una finestra a bifora. All'interno, sopra, l'ingresso vi è l'organo del secolo XIX a cui si accede da camminamento interno al campanile. Alle pareti della navata centrale vi sono due file di parastre in mattoni stuccate in gesso che sorreggono le volte del tetto. Nelle seconde campate della navata, sia a nord come a sud, sono ubicati due altari laterali in mattoni e con rivestimento in finta pietra dedicati alla "Madonna della Consolazione" e alle "Anime del Purgatorio". La controsoffittatura della volta è in gesso con struttura portante in cannicciato e curvata ad ottenere una volta a botte, mentre all'incrocio tra la navata ed il transetto è a crociera e in entrambi i trasetti è a botte. Le pareti e le controsoffittature sono decorate da stucchi e finti marmi e all'interno del catino absidale è situato un affresco che raffigura Dio Padre in gloria tra santi.

Pianta

La pianta è a forma di croce latina con andamento longitudinale lungo l'asse maggiore della chiesa, orientata est-ovest, disegna una nave unica con transetto e presbiterio rettangolare concluso da abside semicircolare. Simmetricamente si aprono quattro altari laterali a base rettangolare posti, due, nella mezzeria della navata e gli altri due, uno, nel transetto nord e l'altro nel transetto sud.

Campanile

Il campanile presenta una struttura a pianta quadrata. Edificato ad est, rispetto alla chiesa, è addossato ad essa e al loggiato principale. Il fusto in muratura di pietra con feritoie sorregge la cella campanaria aperata da bifore e coperta da struttura piramidale ricoperta da coppi.

Fondazioni

Le fondazioni sia della chiesa come del campanile sono in pietra.

Coperture

Le coperture della navata, dei transetti e dell'area absidale della chiesa presentano una struttura portante in legno formata da travi e travicelli. Con la ristrutturazione del 2012, per alleggerire la struttura, è stato installato, al posto dello scempiato in mezzane di cotto, un tavolato scempio e sopra un altro tavolato per irrigidire ulteriormente la struttura. Infine è stata messa in opera la guaina bituminosa impermeabilizzante, coperta in cotto tradizionale alla toscana di embrici e tegoli, con aggiunta di canali di gronda e discendenti in rame.

Impianto strutturale

L'impianto strutturale si presenta in muratura portante con coperture interne voltate mentre quelle esterne sono a due falde su struttura lignea.

Pavimenti e pavimentazioni

La pavimentazione interna della chiesa si presenta sia per la navata come per il transetto e il presbiterio in mattonelle di cementine in bicromia orientate a qurantacinque gradi. All'esterno la pavimentazione del loggiato si presenta in cotto tipo mezzane quadrate montato lineare.

Scale

Le scale che conducono sia al campanile che al soppalco dell'organo sono in legno.

Elementi decorativi

L'interno della chiesa è decorato da affreschi e stucchi di relativo valore storico-artistico. L'unico dipinto murale di un certo valore è quello situato nel catino absidale e raffigura Dio Padre in gloria attorniato da santi. Tra questi si riconoscono i patroni della parrocchia e della chiesa di Convalle, gli apostoli Simone e Giuda. Realizzato tra la fine del 1800 e l'inizio del 1900 da

1158 - 1158 (costruzione intero bene)

La notizia più antica che ricorda la chiesa parrocchiale dei santi Simone e Giuda in Convalle si trova in un documento dell'archivio arcivescovile di Lucca e porta la data del 1158. Molto probabilmente è da riferire proprio a quest'anno la costruzione della chiesa nel sito in cui si trova attualmente.

1412 - 1412 (citazione intero bene)

In un documento conservato presso l'archivio arcivescovile di Lucca si apprende come nell'anno 1412 alla comunità parrocchiale di Convalle è concessa la possibilità di amministrare nella propria chiesa il sacramento del battesimo fornendosi così di un fonte battesimale.

1508 - 1508 (ampliamento intero bene)

Nel 1508 la primitiva chiesa parrocchiale venne ampliata raggiungendo l'attuale forma a croce latina.

1586 - 1586 (citazione intero bene)

Da un documento conservato presso l'archivio arcivescovile di Lucca si apprende come nell'anno 1586 la parrocchia di Convalle venga definitivamente separata da quella di Piegaio.

1644 - 1644 (restauri intero bene)

Da un epigrafe conservata all'interno della chiesa nel 1644 la parrocchiale dei santi Simone e Giuda subì una serie di restauri e interventi conservativi soprattutto per quanto riguarda le strutture e le decorazioni interne della chiesa.

1644 - 1644 (restauro presbiterio)

Da un'epigrafe conservata all'interno della chiesa si apprende come nel 1644 fu restaurata la zona presbiterale con l'edificazione di un nuovo altare maggiore.

1644 - 1644 (restauro transetti)

Da un'epigrafe conservata all'interno della chiesa si apprende come nel 1644 furono edificati due altari laterali. Uno fu costruito nel transetto nord e dedicato al "Santissimo Nome di Gesù", l'altro fu edificato nel transetto sud e dedicato alla "Beata Vergine Maria del Santo Rosario".

1644 - 1644 (costruzione campanile)

Da una serie di analisi strutturali si desume che nell'anno 1644 fu eretto il campanile.

1675 - 1678 (decorazione presbiterio)

Tra gli anni 1675 e 1678 il catino absidale fu affrescato, molto probabilmente, dal pittore Giovanni Marracci.

1783 - 1783 (ampliamento intero bene)

Da un'epigrafe conservata all'interno della chiesa si apprende come nel 1783 la chiesa parrocchiale di Convalle fu ampliata e innalzata di alcuni metri. Furono edificati altri due altari laterali lungo la navata centrale dedicati respettivamente alla "Madonna della Consolazione" (lato nord) e alle "Anime del Purgatorio" (lato sud). In più fu aggiunto alla facciata il portico.

1783 - 1783 (decorazione intero bene)

A seguito del radicale ampliamento del 1783 la chiesa venne affrescata al suo interno con stucchi e finti marmi.

1890 - 1890 (restauro navata centrale)

Nel 1890 la navata centrale e l'arco della volta subiscono un completo restauro strutturale.

1890 - 1910 (restauro intero bene)

Sul finire del 1800 e nei primi anni del 1900 le pitture all'interno della chiesa furono completamente restaurate.

1929 - 1929 (restauro presbiterio)

Da un'iscrizione conservata all'interno della chiesa si apprende come nel 1929 la parrocchiale di Convalle fu dotata di un nuovo altare maggiore con mensa rettangolare ornata da croce entro tondo. Gradini specchiati in marmo rosso e verde. Fu conservato il tabernacolo con teste di cherubino del XVIII secolo forse già presente sul precedente altare.

1937 - 1937 (decorazione intero bene)

Nel 1937 la chiesa venne completamente ripulita e decorata dal pittore Vincenzo Coccia.

1970 - 1970 (decorazione transetto sud)

Nel 1970 il pittore Gervasio Pieri, allievo del Coccia, ritoccò le decorazioni pittoriche e rifece gli stucchi presenti nel transetto sud.

2012 - 2012 (tetto intero bene)

Nel 2012 il tetto della chiesa è stato sottoposto ad una straordinaria manutenzione con posa in opera di guaina impermeabilizzante

Mappa

Cimiteri a LUCCA

Localita Diversi Barga (Lu)

Via Bastia 359 Seravezza (Lu)

Via Della Chiesa (Lu)

Onoranze funebri a LUCCA

Via Garibaldi 171 Viareggio

Via Borgo Giannotti 19 Lucca

Via San Giorgio 48 Lucca