Chiese in Provincia di Grosseto - città di : Chiesa di San Donato

Chiesa di San Donato
S. Donato

GROSSETO
Cinigiano (GR)
Culto: Cattolico
Diocesi: Siena - Colle di Val D'Elsa - Montalcino
Tipologia: chiesa
La chiesa di San Donato sorge nel castello di Porrona, località che risale all'epoca medievale e, fin dal Duecento, fu sotto il controllo dei Senesi. L'edificio, realizzato in bozze di arenaria, presenta una pianta a croce latina che risale alla fase tardoromanica, come si nota dalla foggia dei portali della facciata e del transetto destro, dotati di arco falcato con ghiera modanata "alla pisana". Il paramento murario esterno dell'edificio, compreso quello della facciata, costituito da... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

La chiesa di San Donato sorge nel castello di Porrona, località che risale all'epoca medievale e, fin dal Duecento, fu sotto il controllo dei Senesi. L'edificio, realizzato in bozze di arenaria, presenta una pianta a croce latina che risale alla fase tardoromanica, come si nota dalla foggia dei portali della facciata e del transetto destro, dotati di arco falcato con ghiera modanata "alla pisana". Il paramento murario esterno dell'edificio, compreso quello della facciata, costituito da irregolari bozze, frammenti di laterizi e pietrame, è riferibile però ad un periodo successivo. Il portale, il soprastante occhio e gli spigoli sono formati da conci spianati di arenaria. Nel fianco destro è una monofora di forme medievali inserita recentemente. Anche l'abside semicircolare che conclude la navata non presenta caratteri romanici. Addossato alla parete sinistra interna si conserva un semicapitello romanico, utilizzato come fonte battesimale, che reca scolpite due aquile.

Pianta

L'impianto della chiesa è a croce latina, con un'unica navata.

Coperture

La copertura, a capanna, è a capriate lignee a vista, con solaio in legno e laterizio.

Struttura

La struttura è in muratura portante continua.

XIII sec. - XIII sec. (costruzione intero bene)

La chiesa di Porrona è ricordata negli elenchi delle decime della seconda metà del Duecento e nei primi del Trecento. Nel Duecento era patronato del monastero di Sant'Antimo, che aveva anche il controllo del castello.

1676 - 1676 (cambio destinazione intero bene)

Nel 1676 risulta elevata alla dignità di pieve.

XX sec. - XX sec. (restauro intero bene)

E' stata di recente restaurata nell'ambito di un restauro conservativo complessivo di tutto il Castello.

Mappa

Cimiteri a GROSSETO

Via Leopardi Follonica (Gr)

Via Donatori Del Sangue Orbetello (Gr)

Strada Comunale Del Cimitero Roccastrada (Gr)

Onoranze funebri a GROSSETO

Via Roma 52 Grosseto

Via Tripoli 97/99 58100 Grosseto

Via Campone 13 Monte Argentario