Chiese in Provincia di Firenze - città di : Chiesa di San Piero a Ponti

Chiesa di San Piero a Ponti

FIRENZE
via del Santo 3 - Campi Bisenzio (FI)
Culto: Cattolico
Diocesi: Firenze
Tipologia: chiesa
La chiesa di San Piero a Ponti è circondata da un piccolo piazzale con giardino, su cui si affacciano il prospetto principale e quello laterale destro. Sulla facciata principale si trova un portico, con colonne in pietra serena su cui appoggiano archi in muratura; mentre sul prospetto laterale destro si possono ancora ammirare le colonne in pietra serena con capitelli, che facevano parte del portico che in origine circondava la chiesa su ambedue i lati, e successivamente diventato navata... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

La chiesa di San Piero a Ponti è circondata da un piccolo piazzale con giardino, su cui si affacciano il prospetto principale e quello laterale destro. Sulla facciata principale si trova un portico, con colonne in pietra serena su cui appoggiano archi in muratura; mentre sul prospetto laterale destro si possono ancora ammirare le colonne in pietra serena con capitelli, che facevano parte del portico che in origine circondava la chiesa su ambedue i lati, e successivamente diventato navata laterale (fine '800). L' accesso all' interno della chiesa avviene tramite tre aperture: il portale centrale con cornice scolpita in pietra serena e lunetta superiore, e due porte laterali anch' esse con cornici di pietra e rosoni superiori. La chiesa è a tre navate collegate fra loro da archi semicircolari; la navata principale si conclude con il presbiterio di forma rettangolare, sul quale si trova l' altare principale, alla cui base si può ammirare il "Cenacolo", opera in maiolica di Faenza di Angelo Biancini (1963); le navate laterali terminano con due altari in pietra a parete. Sulla navata sinistra è posto il fonte battesimale, opera recente della seconda metà del secolo scorso, e i confessionali lignei di fattura moderna. Sulla navata destra sono presenti due statuine di maiolica di Faenza, opera di Angelo Biancini, raffiguranti S. Francesco e s. Giuseppe. Le pareti interne sono intonacate e non vi sono affreschi. E' presente una lunetta di Scuola Robbiana (XVI sec.) posto sulla sinistra dell'altare principale, e un dipinto di Scuola Giottesca (XIV sec.), raffigurante la Vergine col Bambino posto sull' altare della navata sinistra.

Coperture

Il tetto è a capanna, ha una stuttura portante in legno, con capriate, travi e correnti, sormontati da pianelle in cotto, piccolo massetto, guina e manto di copertura in coppi e tegoli

Struttura

La struttura portante della chiesa è in muratura di pietra, ed in alcune parti mista a mattoni

Pianta

La pianta è a tre navate.

Prospetto

L'accesso avviene dal prospetto principale tramite tre aperture: una porta contrale in legno, incorniciata da un portale in pietra risalente al XVI sec. e sormontato da una nicchia semicircolare; e da da due porte laterali lignee d'accesso, anch'esse incorniciate da un portale di pietra. sul porspetto laterale sono visibili le colonne in pietra serena facenti parte del portico, che in origine circondava la chiesa, e succesimente inglobato per realizzare la navata laterale destra.

Pavimenti e pavimentazioni

Il pavimento è in cotto montato a lisca di pesce con cornice laterale.

Elementi decorativi

L'interno della chiesa è completamenti intonacato con due altari in pietra sul fondo delle navate laterali; non sono presenti affreschi. E' presente una lunetta di Scuola Robbiana posta a sinistra dell'altare maggiore.

fine '700 - fine '700 (ampliamento chiesa e compagnia)

Verso la fine del '700 avviene il primo ingrandimento della chiesa che ingloba la cappella della soppressa Compagnia della Madonna la quale, con l'apertura di due archi diventa la navata sinistra

fine '800 - fine '800 (ampliamento chiesa e porticato)

Verso la fine del '800 con l'accecamento degli archi dell'antico porticato sul lato desto della chiesa. In una relazione del 1896 la chiesa viene infatti descritta a tre navate.

XIII - XIII (notizia sintetica intero bene)

La chiea di San Pietro e Paolo a San Piero a Ponti è una delle cinque parrochie in cui tradizionalmente è sempre stato suddiviso il territorio comunale di Campi Bisenzio. La frazione era un borgo essenzialmente agricolo, dove predominavano le coltivazioni di vite e grano, oltre ad alcune attività artigianali. I primi documenti che attestano l'esistenza della chiesa di San Pietro e Paolo risalgono al XII secolo e riguardano le decime pontificie dell'anno 1276 e seguenti

1290 - 1290 (menzione intero bene )

La Chiesa è menzionata nel "diplomatico" di S. Donato a Scopeto alla data del 14 dicembre 1920. in questi documenti appare già come "ecclesia sancti petri ad pontem", e cioè col toponimo che l'associa al ponte sul fiume Bisenzio sulla via Regia che collega Firenze a Pistoia.

XV - XV (ampliamnto Intero bene)

In origine la chiesa, in stile romanico, era la filaretto, ad una sola navata, terimnante con una piccola abside semicircolare. Successivamente le fu affiancato su tutto il lato sinistro l'edirficio della Compagnia della Madonna e fino al XV secolo ebbe un portico sulla facciata e lungo il lato strada (le conolle sono ancora visibili).

1519 - 1519 (visita pastorale intero bene)

Il Cardinale Arcivescovo Alessandro de' Medici menziona la chiesa nella relazione del 1519 per la proprietà dell'omonica Compagnia di una pala della Madonna.

1970 - 1970 (ristrutturazione intero bene)

la Chiesa è stata completamente ristrutturata negli anni '70 ed oggi si presenta con un coperturata a capriate che dà slancio alle modeste dimensioni dell'edificio.

XV-XVI - 1467-1527 (cessione dei diritti intero bene)

Vi esercitarono il patronato i parrocchiani, che più tardi, non potendo sostenere l'onere, ne cedettero i diritti ai nobili che lo divisero con i Bartolini, Da Filicaia e Gaddi. Ciò avvenne il 23 marzo 1467 con contratto rogato per mano di Ser Guglielmo Vanni notaio. Il più antico rettore di cui si ha memoria è Giovanni Martini (1357-1404) e Giovanni Battista Bartolini (1513-1527) della famiglia patrona

primi '900 - primi '900 (costruzione Campanile)

All'inizio del secolo scorso fu costruito l'attuale campanile in sostituzione di quello precedente a vela.

2013-2014 - 2013-2014 (ristrutturazione chiesa)

Intervento di manutenzione straordinaria che si propone di togliere il manto di copertura esistente su tutto il complesso parrocchiale, ad esclusione del campanile, e di porre in opera una nuova copertura

Mappa

Cimiteri a FIRENZE

Via Bacci Orazio 10 Castelfiorentino (Fi)

Via S. Piero 87/A Castelfiorentino (Fi)

Piazza Di Lecore (Fi)