Chiese in Provincia di Massa Carrara - città di Carrara: Chiesa della Madonna del Suffragio

Chiesa della Madonna del Suffragio
Chiesa del Suffragio

MASSA CARRARA / CARRARA
Carrara (MS)
Culto: Cattolico
Diocesi: Massa Carrara - Pontremoli
Tipologia: chiesa
La chiesa della Madonna del Suffragio si trova nel cuore della città di Carrara e la sua posizione risulta altamente suggestiva, situata quasi da fondale di Via del Plebiscito. La sua impostazione secentesca, in accordo con le regole progettuali del Concilio di Trento, la rendono importante e nuova essendo l'unica a Carrara a croce latina con cupola e lanterna, ma viene comunemente considerata quasi al pari di un ampio oratorio. La struttura è in muratura di pietrame misto ad eccezion fatta... Leggi tutto

Dettagli

La chiesa della Madonna del Suffragio si trova nel cuore della città di Carrara e la sua posizione risulta altamente suggestiva, situata quasi da fondale di Via del Plebiscito. La sua impostazione secentesca, in accordo con le regole progettuali del Concilio di Trento, la rendono importante e nuova essendo l'unica a Carrara a croce latina con cupola e lanterna, ma viene comunemente considerata quasi al pari di un ampio oratorio. La struttura è in muratura di pietrame misto ad eccezion fatta per la cupola che a due metri dall'imposta è realizzata in mattoni per consentire il raccordo tra il tamburo ottagonale e la cupola circolare. La navata è alta e ben illuminata da finestre presenti su ogni lato del tamburo ottagonale della cupola centrale, coperta con volta a botte lunettata. L'ingresso è sormontato da cantoria, sorretta da colonne in marmo bianco locale. Il presbiterio, separato dall'assemblea da alcuni gradini e da una balaustra in marmo, ospita l'altare maggiore di pregevole fattura realizzato in marmi policromi e ricco di intarsi legati alla raffigurazione simbolica del Suffragio e del Purgatorio. Nella parete retrostante si trova come pala d'altare, una tela riquadrata in cornice marmorea, nella quale è riprodotta l'immagine della Vergine del Suffragio. Nel transetto si trovano gli altari minori realizzati in marmi policromi, con rappresentazioni dedicate al Crocifisso (transetto orientale) e alla Sacra Famiglia (transetto occidentale). La pavimentazione è realizzata in lastre di marmo bianco e grigio montate a scacchi, con numerose lapidi sepolcrali presenti nella navata.

Presbiterio

Dietro l'altare maggiore, incastrato nella parete, è posto un pregevole quadro ad olio eseguito verso la metà del XVI secolo rappresentante la Vergine del Suffragio circondata da una gloria di angioletti mentre alcuni santi intercedono per le anime purganti.

Facciata

La facciata è intonacata e presenta lesene alle estremità che sostengono un timpano con cornice molto marcata. L'ingresso della chiesa è evidenziato da un imponente portale marmoreo sovrastato da un bell'altorilievo ove è raffigurato San Gregorio che si volge Gesù crocifisso e impetra che un angelo salvi le anime immerse nelle fiamme dei Purgatorio. Sul fronte dell'architrave è inciso "VISITANTI DAT VENIAM PECCATORVM". Un'altra immagine collocata al di sopra della finestra ellittica della facciata è formata da un teschio con due tibie incrociate.

Pianta

La pianta è a croce latina, differentemente da tutte le chiese della città di Carrara. L'incrocio della navata col transetto è a base ottagonale dal quale si eleva il tamburo su cui si imposta la cupola di copertura.

Struttura

Muratura portante in pietrame misto, mentre nella cupola, oltre l'altezza di due metri dall'imposta, è stato adottato l'uso del mattone. E' l'unica chiesa di Carrara ad avere una crociera sormontata da una cupola con tamburo a base ottagonale.

Coperture

La copertura che sovrasta l'aula è a capanna, mentre le coperture dei transetti e del presbiterio sono a padiglione, tutte con manto di copertura in coppi ed embrici in laterizio. La cupola è rivestita con scaglie di ardesia sagomate.

Torre campanaria o campanile

La chiesa è corredata di due torri campanarie poste sul versante sud del transetto ed inglobate nella struttura dell'edificio. Sono a base quadrata e terminano con la cella campanaria formata da quattro aperture con arco a tutto sesto. Al di sopra di essa un tiburio ottagonale sostiene la guglia di copertura.

1688 - 1688 (inizio lavori intero bene)

Grazie al Duca di Massa Alberico II che mise a disposizione il terreno su cui venne edificata la chiesa, il 2 febbraio 1688 venne posata la prima pietra.

XVIII sec. - XVIII sec. (costruzione intero bene)

La chiesa del Suffragio, detta anche del Purgatorio, fu eretta per volere del Cardinale Alderano Cybo Malaspina sui disegni e direzione dell'architetto Innocenzo Bergamini nei primi anni del XVIII secolo. Venne finalmente realizzato un tempio dedicato alle anime purganti che, secondo un antico documento, la comunità carrarese voleva da oltre cento anni nella propria città.

XIX - XIX (restauro facciata)

Nell'ottocento vennero ricostruiti gli intonaci ammalorati della facciata.

1851 - 1855 (completamento intero bene)

Nel 1855 termina la costruzione del convento delle Suore Figlie di Gesù, che sorge nelle immediate vicinanze della chiesa, il quale viene collegato con l'edificio sacro mediante scale e solai collocati all'interno dei locali accessori per garantire un accesso al riparo dalle intemperie alle giovani educande. Nonostante tali modifiche il monumento rimane un organismo autonomo, sia dal punto di vista costruttivo che da quello funzionale.

1920 - 1920 (demolizione lanterna)

Il terremoto del 1920 che devastò la Lunigiana danneggiò gravemente la vecchia lanterna per cui fu necessario il suo intero smontaggio. Rimasero intatte soltanto le otto basi in marmo su cui poggiavano altrettanti pilastri: a queste basi venne ancorata un'armatura in profilati di ferro foderata da lastre di rame.

1979 - 1979 (rifacimento lanterna)

In seguito al temporale che il 31 dicembre 1979 danneggiò la copertura metallica della lanterna, la Soprintendenza fece montare un cupolino in materiale plastico.

1995 - 1998 (restauro intero bene)

Nel luglio 1995 iniziarono i lavori di restauro che consistettero nella rifacimento della copertura della cupola, nella costruzione di una nuova lanterna con caratteristiche analoghe all'originale, nel ripristino degli intonaci e delle tinteggiature interne ed esterne, oltre che al restauro dei marmi. I lavori terminarono nel giugno 1998.

Mappa

Cimiteri a MASSA CARRARA

Via San Rocco Licciana Nardi (Ms)

Via Giovanni Battista Cartegni Bagnone (Ms)

Via Roma (Ms)

Onoranze funebri a MASSA CARRARA

Viale Xx Settembre 11/Bis Carrara

Via Passo Volpe 21 Carrara