Chiese in Provincia di Massa Carrara - città di : Chiesa di Santa Lucia

Chiesa di Santa Lucia

MASSA CARRARA
Collecchia - Collecchia, Fivizzano (MS)
Culto: Cattolico
Diocesi: Massa Carrara - Pontremoli
Tipologia: chiesa
la chiesa di Santa Lucia di Collecchia si trova sul margine orientale dell’antico castello costruito nel 1188 dal vescovo di Luni Pietro e da Guido dei Bianchi di Erberia, su un contrafforte del monte Carlisciaro, struttura orografica situata tre le valli dell’Aulella e del torrente Arcinasso. L’edificio con l’abside cilindrica fiancheggiata dalla robusta torre campanaria, rivolta ad oriente, affaccia su un ampio sagrato ornato di cipressi. Il semplice prospetto a capanna è ornato con un... Leggi tutto

Dettagli

la chiesa di Santa Lucia di Collecchia si trova sul margine orientale dell’antico castello costruito nel 1188 dal vescovo di Luni Pietro e da Guido dei Bianchi di Erberia, su un contrafforte del monte Carlisciaro, struttura orografica situata tre le valli dell’Aulella e del torrente Arcinasso. L’edificio con l’abside cilindrica fiancheggiata dalla robusta torre campanaria, rivolta ad oriente, affaccia su un ampio sagrato ornato di cipressi. Il semplice prospetto a capanna è ornato con un portale in arenaria di pregevole fattura riconducibile ai modelli diffusi nella Lunigiana orientale nel secolo XVIII. L’interno ad aula unica ripartito in tre campate presenta una proporzionata declinazione degli elementi architettonici, commisurati da una trabeazione corinzieggiante purtroppo alterata dal crollo delle volte durante il sisma del 1920. Sulla parete rettilinea del coro sopra l’altare moderno si trova un’edicola trilobata, sormontata da un fastigio curvilineo, riconducibile a modelli quattrocenteschi con l’immagine marmorea di Santa Lucia. Il volume armonioso dell’abside privo di aperture lascia scorgere una monofora tamponata dell’antica cappella dipendente dalla pieve di Soliera e suggerisce un diverso orientamento dell’edificio

Facciata

la facciata della chiesa di Santa Lucia di Collecchia è a capanna intonacata, con due paraste laterali prive della parte inferiore, poste a sostegno di una modesta cornice. Sull’asse principale si allineano il portale, la finestra rettangolare e la nicchia con l’immagine della patrona. Il portale in arenaria del tipo “fivizzanese” presenta una doppia incorniciatura con angoli di rinforzo superiori, il fregio ornato con festoni floreali e baccellature, simmetrici rispetto ad una protome femminile, il frontone curvilineo aperto, a valva di conchiglia, con cartiglio ed iscrizione, molto rovinata, ma datata, probabilmente 1789

abside

l’abside fiancheggiata dalla robusta torre campanaria a base quadrata presenta una struttura cilindrica di notevole impatto, accentuata dallo sbancamento realizzato per costruire la nuova strada d’accesso al borgo. Il volume ben costruito, fondato su un livello basamentale, sviluppa quattro segmenti strutturali ben definiti dagli allineamenti delle buche pontarie, a metà dei primi due si nota una monofora medievale tamponata ed inglobata nel disegno dell’abside. La posizione non assiale rispetto al vano interno e la sporgenza della curva rispetto alla linea determinata dal muro perimetrale sinistro dell’edificio, richiamano la struttura dell’antica cappella dipendente dalla pieve di Soliera e suggeriscono un diverso orientamento dell’aula

Impianto strutturale

l’impianto strutturale è generato da una pianta rettangolare con la lunghezza circa il doppio della larghezza. Le pareti sono irrigidite da paraste che ripartiscono lo spazio in tre campate, l’ultima, adiacente al presbiterio, modula la riduzione della larghezza del vano restringendosi in corrispondenza del telaio che precede il coro. L’impianto originariamente coperto da volte a vela, irrigidite da arcate trasversali, a seguito del sisma del 1920 è stato ricoperto da un solaio piano, sostenuto da telai con travi appoggiate sul muro perimetrale, spiccato dal piano di allettamento delle volte. L’ampiezza delle campate ha determinato un raddoppio della struttura di sostegno del nuovo solaio inserendo una trave rompitratta in posizione intermedia

Interno

l’aula si configura come uno spazio regolare unitario, preceduto dal portico della cantoria, elegante struttura in muratura dal parapetto curvilineo ornato con balaustri, collegata all’aula mediante ariose arcate tra loro gerarchizzate. A sinistra si trova il fonte battesimale mentre i confessionali in muratura sono stati realizzati occupando il restante spazio della prima campata. Due altari minori dalle forme settecentesche in stucco policromo, di buona fattura, con il disegno coordinato con il disegno delle pareti, occupano lo spazio della

1188 - 1188 (prime attestazioni località)

nel 1188 Pietro, vescovo di Luni, e Guido di Erberia, figlio di Gerardo Bianco, stabilirono un patto per edificare un castello nella località chiamata Colliclo, divenuto poi Collecchia, in prossimità della villa di Barci località già nota nel 1078 ed, in seguito, abbandonata

1257 - 1278 (ulteriori attestazioni borgo)

il nucleo di Collecchia è noto in alcuni documenti del Codice Pelavicino del 1257, 1259 e 1278

1296 - 1297 (prime notizie intero edificio)

la cappella di Santa Lucia di Collecchia compare nelle Decime Bonifaciane del 1296-97 come dipendente della Pieve di Soliera

1568 - 1568 (erezione in parrocchia intero edificio)

la chiesa fu eretta in parrocchia prima del 1568 quando fu visitata dal vicario del cardinale Benedetto Lomellini che ordinò al rettore Padre Gaspare di realizzare il tabernacolo del SS. Sacramento, di fare la porta al cimitero e di coprire chiesa e sacrestia

1789 - 1789 (datazione portale)

il cartiglio del portale, molto danneggiato e quasi illeggibile, reca la data del 1789 coerente con l’apparato stilistico interno

1926 - 1927 (rifacimento interno intero edificio)

le volte dell’interno sono crollate con il sisma che ha colpito la Lunigiana nel 1920 e sono state sostituite con un solaio piano a nervature in calcestruzzo come in altri edifici della zona tra il 1926 ed il 1927

Mappa

Cimiteri a MASSA CARRARA

Via Nazionale Fivizzano (Ms)

Via Giovanni Battista Cartegni Bagnone (Ms)

Via San Rocco Licciana Nardi (Ms)

Onoranze funebri a MASSA CARRARA

Via Ponte Nazionale 28 Filattiera

Viale Lunigiana 54 Aulla

Snc, Viale Democrazia (Angolo Via Prado) Snc Massa